Aviso Aviso
A causa delle misure che pian piano si stanno adottando per gestire il Coronavirus, molti eventi ed attività programmate stanno subendo modifiche o cancellazioni, pertanto, si consiglia di riconfermare qualsiasi contenuto pubblicato su questo sito web.
Cosa vuoi?

Ernest Hemingway

Gran parte della fama universale delle feste di Sanfermines si deve agli articoli giornalistici che su questo argomento scrisse Ernest Hemingway e al suo romanzo "Fiesta: il sole sorge ancora".

Colui che sarebbe poi stato insignito con il premio Nobel giunse per la prima volta a Pamplona in compagnia della prima moglie, Hadley Richardson, il 6 luglio 1923. Le feste di Sanfermines lo colpirono così profondamente che tornò in varie occasioni, l’ultima volta nel 1959. Durante i suoi soggiorni a Pamplona, di solito scendeva all'hotel La Perla nella piazza del Castillo.

A quell'epoca, lo si vedeva spesso seduto in uno dei dehors di questa piazza oppure correre l'encierro o nell'arena davanti ai torelli con le corna protette da palle di legno che gli hanno procurato più di uno spavento.

Grande ammiratore della corrida e dei matadores, era un assiduo frequentatore dell'arena. Era anche amante della buona cucina e cliente abituale di ristoranti e bar, come Casa Marceliano. In questa osteria degustava i piatti più tradizionali della cucina della Navarra e uno dei suoi preferiti era l'ajoarriero con i gamberi, la cui ricetta si era fatto dare dal suo amico Matías Anoz.



Nonostante l'agenda festiva piena di impegni, riusciva a dedicare un po' di tempo alla pratica del suo sport preferito - la pesca - nei fiumi ricchi di trote. Di queste scampagnate è rimasta traccia nel viaggio nelle valli pirenaiche di Jake Barnes e Bill Gorton, i protagonisti di "Fiesta".

Fin dalle prime testimonianze di Hemingway, numerosi statunitensi hanno visitato Pamplona in occasione delle feste di Sanfermines. Tra questi, spiccano David Black, che c'è stato 40 volte; Matt Carney, che è diventato un grande corridore dell'encierro grazie al suo amico e maestro Jerónimo Echagüe; Alice Hall, Joe Disler, Ray Morton e il drammaturgo Arthur Miller e sua moglie, la fotografa austriaca Inge Morath. James Michener ha riportato in "The drifters" la presenza di visitatori stranieri per le feste di Sanfermines.

Accanto a tanti nomi prestigiosi, cittadini comuni provenienti da tutto il mondo continuano a seguire la scia di Hemingway e vengono a Pamplona per conoscere “la Fiesta” in prima persona.