Cosa vuoi?
Attualmente l'accesso più noto del Cammino francese è quello che entra nella Navarra dai Pirenei attraverso Luzaide/Valcarlos e Orreaga/Roncisvalles. L'itinerario si snoda dai paesaggi pirenaici del nord fino alle pianure della cosiddetta Zona Media attraverso boschi di faggi, campi di cereali e vigneti. Un percorso in cui si attraversano numerosi paesi tipicamente sviluppatisi lungo la via centrale, ponti medievali, grandi monumenti, cantine e una gastronomia di gran qualità, e dove i paesaggi cambiano colore ad ogni stazione.
 


AVVERTENZAISO

dal 1º novembre al 31 marzo è vietato l'accesso, per motivi di sicurezza, all'«Itinerario di Napoleone» (+info) 



 

Luzaide/Valcarlos : luogo di frontiera dall’identità forgiata dalla posizione geografica e dal Cammino di Santiago. Circondato da boschi e canali d’irrigazione, è un paese che vale la pena visitare.



Roncesvalles

Collegiata di Orreaga/Roncisvalle: enigmatico complesso monumentale in stile gotico francese incastonato in un ambiente dalla bellezza mozzafiato cui risuona l'eco della leggendaria battaglia di Roncisvalle, resa universalmente nota grazie alla Chanson de Roland.


Burguete

Auritz/Burguete y Aurizberri/Espinal: due tipici paesi sviluppatisi lungo la via centrale e circondati dal paesaggio più maledettamente selvaggio dei Pirenei, a detta di Ernest Hemingway, in cui spicca la bellezza delle grandi case in stile pirenaico.

  • Nei pressi del Cammino, si può visitare il frondoso bosco della Foresta di Irati,Orbaitzeta (a 17 km. dal Cammino di Santiago da Auritz/Burguete)

Pamplona

Pamplona: elegante e superba con i tre borghi dell'antica città medievale circondata dalle mura e sule cui strette vie e piazzette si stagliano le torri e i campanili delle chiese di San Cernin, San Nicolás o della Catedrale. Oltre al lungo elenco di monumenti, vi sono anche numerose aree verdi come il romantico parco della Taconera o la fortezza inespugnabile della Ciudadela, cioè la Cittadella. Si può anche seguire il tracciato della mitica corsa dei tori o degustare gli stuzzicanti pinchos in bella mostra sui banconi de i bar della città.


Puente la Reina

Ponte romanico dell'XI secolo di Puente la Reina: uno degli esempi di stile romanico più belli e signorili lungo il Cammino di Santiago.





Estella

Estella , città romanica per eccellenza che custodisce palazzi significativi come quello dei Re, unico edificio civile romanico della Navarra, case signorili, chiese medievali come quella di San Pedro de la Rúa, San Miguel, in cui si possono distinguere i vari stili succedutisi in epoche diverse, o quella del Santo Sepulcro, a cui facciata è uno dei migliori esempi rimasti di scultura gotica del Trecento. Conventi, ponti, piazze ed edifici dalla singolare bellezza rievocano la storia della città ed invitano a percorrerla senza fretta.

  • Nei pressi del Cammino, si può visitare il parco naturale di Urbasa-Andía, Baquedano (a 19 km. dal Cammino di Santiago da Estella)

Irache

Monastero di Iratxe ad Ayegui: complesso di edifici medievali, rinascimentali e barocchi che sorgono ai piedi di Montejurra e sono circondati dai vigneti. Accanto alla cantina, una sosta assolutamente da non perdere: la fontana con le due cannelle dalle quali sgorgano l’acqua e il vino.


Los Arcos

Chiesa Santa María de Los Arcos: edificio monumentale riccamente ornato, costruito e successivamente rimaneggiato tra il XII e il XVIII secolo e in cui sono rintracciabili stili diversi (tardo romanico, protogotico, rinascimentale, barocco).

Torres del Río

Chiesa del Santo Sepolcro di Torres del Río: data la pianta ottagonale, è un raro esempio dell'arte medievale in cui tutto tendeva alla verticalità. La bella volta dai costoloni intrecciati ricorda l'arte ispano-musulmana.

Viana

Chiesa di Santa María di Viana: presenta una delle facciate più monumentali del Rinascimento ispanico, che è servita da modello per altri templi. Davanti alla chiesa sono sepolte le spoglie di Cesare Borgia, "Il Principe" di Machiavelli.