Itinerari

Valli di Roncal e Salazar per persone con disabilità visiva

Almadía en Burgui Vi proponiamo un viaggio indimenticabile: un fine settimana con le racchette da neve nelle stazioni di sci nordico di Larra-Belagua e Abodi, nelle valli dei Pirenei di Roncal e Salazar. Gli sport invernali sono particolarmente piacevoli per le persone con disabilità visiva accompagnate.
Esploreremo le tradizioni di queste valli, grazie alle narrazioni dei loro protagonisti: zatterieri e casari. Scopriremo la diversità naturale della foresta di Irati da Ochagavía. E saliremo all'eremo romanico di Muskilda. Non mancherà in tavola il gusto della tipica cucina montana navarrese.

Sapevi che...?

La Mesa de los Tres Reyes, con i suoi 2.428 metri, è la cima più alta della Navarra, il Tributo delle Tre Mucche, che risale al 1375, la tradizione più antica d'Europa e la foresta di Irati il bosco di faggi e abeti europeo più grande e meglio conservato.

Almadía en Burgui
Almadía en Burgui
Centro de esquí de fondo de Roncal
Centro de esquí de fondo de Roncal
Roncal
Roncal
Selva de Irati
Selva de Irati
Esquí
Esquí
Selva de Irati
Selva de Irati
Ochagavía
Ochagavía
Queso D.O Roncal
Queso D.O Roncal

Valli di Roncal e Salazar per persone con disabilità visiva

Venerdì mattina

Burgui

La prima delle valli che vi proponiamo di visitare è quella del Roncal, culla del tenore navarrese Julián Gayarre. Per un primo contatto, vi suggeriamo di scoprire Burgui, località che dà accesso alla valle e si affaccia sul fiume Esca. Attraverso le sue strade acciottolate, si può percorrere il “sentiero dei mestieri”, una passeggiata circolare di 4 km per conoscere mestieri tradizionali quali zatteriere, fornaio, carbonaio, pastore o scalpellino. Lungo il percorso vi sono diverse ricostruzioni di ambienti e oggetti e vari pannelli accessibili con braille, codici QR che collegano a siti accessibili e video in linguaggio dei segni e con sottotitoli. Vi è un'enorme zattera a grandezza naturale vicino al fiume su cui potrete salire.

Venerdì pomeriggio

Museo dell'Almadía (trasporto fluviale dei tronchi)

Uno dei mestieri più sconosciuti, ma fondamentale per comprendere la vita nella valle di Roncal fino alla metà del XX secolo è lo zatteriere. Se si prenota la visita, il piccolo ma curato museo situato nella Casa Consistorial di Burgui vi accoglie con una ricostruzione di una pineta e da qui vi guida attraverso il processo di sfruttamento forestale, la costruzione delle zattere e la loro discesa lungo il fiume. Rivivete con Inma, la guida del museo, la figlia di uno degli ultimi zatterieri, come è stata per secoli la vita in montagna, l'abbigliamento o il ruolo della donna nella valle. Potrete toccare una ricostruzione in scala di una zattera e vari oggetti che vi avvicineranno a questo ingegnoso mestiere. Non dimenticate di chiedere a Inma delle “golondrinas roncalesas”, come loro, anche voi vorrete tornare.

Sabato mattina

Racchette a Larra-Belagua

Per le persone con disabilità visiva, questo sport invernale è molto piacevole in quanto consente di camminare liberamente senza il rischio di cadute, grazie alla grande stabilità che danno le racchette e i bastoni. Basta seguire i vostri accompagnatori e dal suono dei loro passi saprete se salgono o scendono, se girano o vanno dritti. Non c'è il rischio di inciampare, perché la neve livella il terreno. È un vero piacere.
Il centro di sci nordico Larra-Belagua dispone di 6,8 km di percorsi segnalati per racchette in un paesaggio ideale per le vostre passeggiate invernali. Potete noleggiare il materiale nell'edificio El Ferial. Non dimenticate di controllare prima il tempo e le strade.

Indubbiamente, la migliore ricompensa per una mattinata di racchette è rimettersi in forza seduti a tavola. A Roncal ci sono diversi ristoranti, dove si possono gustare prodotti locali con tutto il sapore delle montagne. I piatti altamente consigliati sono una tazza di brodo, migas del pastore, costolette d'agnello o manzo alla griglia e qualsiasi dessert a base di latte. Menzione speciale per il formaggio con Denominazione d'origine Roncal, prodotto con latte di pecora navarrese Latxa.

Sabato pomeriggio

Valle di Roncal

Potete utilizzare la prima parte del pomeriggio per conoscere un altro mestiere indispensabile per comprendere la vita nelle terre alte della Navarra: quello di pastore e casaro. In questo Museo, situato a Uztárroz, vi attendono tutti gli utensili che si utilizzavano per la preparazione più tradizionale del formaggio Roncal e per il lavoro con il bestiame. Nella sala di vendita, vi spiegheranno come si elabora questa squisitezza. Potrete assaggiare e acquistare il più gustoso dei souvenir.
Indubbiamente, la migliore ricompensa per una mattinata di racchette è rimettersi in forza seduti a tavola. A Roncal ci sono diversi ristoranti, dove si possono gustare prodotti locali con tutto il sapore delle montagne. I piatti altamente consigliati sono una tazza di brodo, migas del pastore, costolette d'agnello o manzo alla griglia e qualsiasi dessert a base di latte. Menzione speciale per il formaggio con Denominazione d'origine Roncal, prodotto con latte di pecora navarrese Latxa.

Per la seconda parte del pomeriggio, vi suggeriamo di cambiare valle e scoprire la sorprendente e vicina Salazar. A circa 20 km da Uztárroz c'è Ochagavía. Nel suo Centro di Interpretazione della Natura troverete un magnifico modello di queste valli che potrete percorrere con le mani se vi sporgete un po'. Con le indicazioni delle guide del centro, riconoscerete la posizione dei paesi, della Foresta di Irati o di quella di Abodi. Vi sono repliche in scala di uccelli in volo, affinché impariate a distinguere tra le specie che abitano questi luoghi. Ascoltate il canto di 10 specie, come l'autoctono Picchio dorsobianco o la Beccaccia. Lo staff è formato per trattare con persone con disabilità e saprà come spiegarvi tutto ciò che non vedete o non potete toccare. Chiedete e vedrete.

Domenica mattina

Racchette nella Foresta di Irati

Siamo molto vicini al confine con la Francia, nella stazione di Abodi. Con le racchette possiamo percorrere la pista segnalata lungo parte del limite meridionale della Foresta di Irati. Una sensazione indescrivibile di pace e libertà nella seconda più grande foresta di faggi e abeti d'Europa. Nell'edificio dell'antica dogana di Pikatua possiamo noleggiare racchette e bastoni e informarci sugli itinerari.

Domenica pomeriggio

Eremo di Nuestra Señora de Muskilda

Per concludere nel punto più alto, vi proponiamo di raggiungere l'eremo romanico di Nuestra Señora de Muskilda. Se prenotate una visita guidata, Ione Villanueva vi racconterà tutti i segreti di questa meraviglia del romanico. Inoltre, potrete scoprire con le mani l'esposizione di sculture lignee che Ione stessa crea nel suo laboratorio. Il legno di noce e quercia assume la forma di scudi, orologi, libri o kutxa. Vi è un quadro in altorilievo in legno, grazie al quale potrete percepire la forma di questo singolare eremo. Ione ha vissuto lì da quando era bambina, è una specie di enciclopedia vivente di Salazar.