Itinerari

10. Bardenas Reales, Tudela e Fitero

La Ribera della Navarra si estende nelle pianure del sud ed è nota per le pregiate verdure. Il merito è anche del fiume Ebro che lungo il proprio corso crea una pianura fertile in cui si coltivano delizie, quali asparagi, carciofi, borragine o i rinomati peperoni della varietà Piquillo. Oltre alla cucina, la Ribera serba piacevoli sorprese come il centro storico di Tudela, con la cattedrale, i palazzi rinascimentali e barocchi e il passato di convivenza con arabi testimoniato dalle giudecche, i monasteri cistercensi di Fitero e Tulebras, o Sendaviva, un parco di svago e divertimento ideale per passare una giornata in famiglia. Per finire in bellezza, non bisogna perdersi l'incredibile parco naturale Bardenas Reales.

Durata prevista del percorso: 1 giorno, escludendo le alternative contrassegnate con un asterisco (*)

Sapevi che...?

Per la singolarità paesaggistica, alcuni siti di Bardenas Reales sono stati prescelti quali location per girare un'infinità di spot pubblicitari, serie e film tra i quali "Il trono di spade" (Games of Thrones), "Il mondo non basta" (The World Is Not Enough) di James Bond o "Airbag".

Tudela

Tudela

Monasterio de Tulebras

Monasterio de Tulebras

Torre de Monreal. Tudela

Torre de Monreal. Tudela

Tudela

Tudela

Monasterio de Fitero

Monasterio de Fitero

Verduras de la ribera

Verduras de la ribera

Bardenas Reales

Bardenas Reales

10. Bardenas Reales, Tudela e Fitero

MATTINA

Parco naturale Bardenas Reales

In questo caso, parco naturale non è sinonimo di verde. All'arrivo a questo sito dichiarato Riserva della Biosfera dall’UNESCO, si scopre un paesaggio semidesertico in cui l'erosione delle argille, del gesso e delle arenarie del suolo ha modellato un paesaggio dalle forme capricciose che creano un aspetto lunare. Si può percorrere la pista di 25 km che costeggia la zona detta “il piano” o prenotare una visita in fuoristrada, segway, buggy o quad. (+info)

 

Tudela

Il capoluogo della Ribera è noto per la cucina, grazie alla disponibilità di verdure squisite. Fondata nel 802, questa è una delle città di origine araba più importanti della Spagna e d'Europa. Per oltre 400 anni, qui convissero musulmani, ebrei e mozarabici, perciò il patrimonio monumentale reca l'impronta di una multiculturalità tuttora visibile passeggiando nelle viuzze tortuose, androni, mura e punti di vedetta. Da non perdere la cattedrale costruita verso il 1180 sui resti di un'antica moschea, la chiesa della Magdalena (XII s.), i palazzi del marchese di San Adrián (XVI s.) e di Huarte (XVIII s.) e il museo d’arte moderna Muñoz Sola. (+info).

 

A chi ama passeggiare si consiglia di salire sul colle di Santa Barbara, da cui si gode di una splendida veduta sulla città e sui campi della Mejana, dove si coltivano le rinomate verdure locali.  Di fronte sorge la torre Monreal, un torrione di vedetta esagonale del XIII secolo che conserva il pozzo medievale e che offre una nuova prospettiva di Tudela dalla camera oscura che vi è stata allestita.

POMERIGGIO

Monastero di Tulebras

Fu il primo monastero cistercense femminile fondato in Spagna, all'insegna della purezza e dell'austerità che si possono riscontrare nella chiesa, nel chiostro e nel palazzo abbaziale. È anche possibile visitare il museo che presenta un'interessante collezione d’arte sacra. Fin dalla costruzione nel XII secolo, la vita monastica non si è mai interrotta in questo monastero. Le religiose che lo abitano preparano squisiti dolci caserecci, miele artigianale e prodotti di cosmetica naturale. (+info)

Monastero di Fitero

Nella località nota anche per le storiche terme di Fitero sorge un altro monastero cistercense, dichiarato monumento nazionale nel 1931. Costruito tra il XII e il XIII secolo, per secoli fu ambito da re, papi, vescovi e signori. Sorprende la grandiosità della chiesa abbaziale in cui è conservata un'importante collezione di urne arabe, forzieri medievali e un prezioso reliquiario gotico decorato con smalto di Limoges. (info)

* Una giornata a Sendaviva

Nella località di Arguedas da dui si scorge il paesaggio di Bardenas Reales, è stato allestito uno dei più grandi parchi di svago familiare della penisola: Sendaviva. Chi ne ha il tempo può trascorrervi tutta la giornata. Si possono vedere gli animali presenti in una fattoria, ma anche altri più esotici come le scimmie cappuccino, struzzi, zebre, lupi, orsi... C'è anche una trentina di divertenti attrazioni per grandi e piccoli come la dimora incantata, il labirinto d’acqua, la discesa su salvagenti giganti, bob o caduta libera. Tra gli spettacoli di animazione, sorprende l'esibizione di volo degli uccelli rapaci. È possibile mangiare e dormire nel parco stesso. (+info)

 

GASTRONOMIA

Non si può lasciare la Ribera della Navarra senza degustare in loco le regine della tavola: tenere e delicate verdure come cardi, carciofi, asparagi con i quali si prepara il piatto più noto, la "menestra", che non è una minestra come sembrerebbe, ma un saporito mix di verdure cucinate ciascuna al punto giusto. Sono ottimi anche l'olio prodotto nei frantoi locali e il vino rosso lavorato con cura in alcune delle cantine più tradizionali della regione.

ACQUISTI

Si può cogliere l'occasione per vivere un'esperienza autentica e diversa: scoprire il parco naturale Bardenas Reales su fuoristrada, quad, segway o dune buggy. Non mancano le visite guidate all'interessante patrimonio di questa zona della Navarra, né la possibilità di fare trekking e BTT, percorrendo la Via Verde del Tarazonica che si snoda tra pianure e distese di campi coltivati. (+info).