Itinerari

* 1. Pamplona e scappata a Ultzama

Catedral La proposta di questo itinerario è conoscere il capoluogo della Navarra e, di contrasto, una scappata alla pittoresca valle di Ultzama che si trova poco distante. Pamplona, nota in tutto il mondo per le feste di San Fermín, è una città verde e accogliente, cinta dalle mura e con un centro storico ben conservato e pieno di animazione. Percorrendone le vie e le piazze si possono scoprire chiese medievali, angolini incantevoli, negozi accattivanti e, nei bar, gli stuzzichini sfiziosi detti "pinchos". Si può passeggiare nei parchi, nei giardini e lungo il fiume Arga e usufruire delle molteplici proposte di svago e cultura che offre la città.

Sapevi che...?

Pamplona è solcata dal Cammino di Santiago e ogni giorno numerosi pellegrini arrivano in città dopo aver attraversato il ponte gotico della Magdalena e la Porta di Francia, ai piedi delle mura.

Catedral

Catedral

´Rincón del Caballo Blanco

´Rincón del Caballo Blanco

Vuelta del Castillo

Vuelta del Castillo

Ayuntamiento

Ayuntamiento

Ciudadela

Ciudadela

Vistas de Pamplona

Vistas de Pamplona

Robledal de Orgi

Robledal de Orgi

Cuajada

Cuajada

* 1. Pamplona e scappata a Ultzama

MATTINA

L'essenza di Pamplona

 

 

Se decidete di passare un giornata intera nella capitale, consultate l’itinerario Pamplona in un giorno.

Se invece optate per realizzare questo itinerario n° 1, non potrete dedicare molto tempo alla città, ma soltanto la mattina. Quindi, per sfruttare al massimo il tempo vi riassumiamo le cose da non perdere:

 

. La cattedrale, costruita tra il XII e il XV secolo, che presenta uno dei chiostri gotici più belli d'Europa.

. Le chiese-fortezza medievali di San Nicolás e San Saturnino.

. Una sosta nella piazza del

Musei

A chi dispone di tempo si consiglia comunque di dedicare una giornata completa alla città.

 

Pamplona possiede vari musei interessanti. Ve li elenchiamo qui:
 

. Museo della Navarra: presenta l'arte e la storia della Navarra dalla preistoria fino ai giorni nostri. Conserva opere come il mosaico romano raffigurante il trionfo di Bacco, i capitelli romanici dell'antica cattedrale, l'urna mozarabica di Leyre e il ritratto del marchese di San Adrián di Goya. (+info)

. Museo Università della Navarra: progettato da Rafael Moneo, ospita una collezione d’arte di artisti quali Picasso, Tàpies o Kandisky, oltre alle fotografie di Ortiz-Echagüe. (+info)

. Planetario: il mondo dell'astronomia si svela sotto una delle cupole più grandi d'Europa. (+info)

. Museo Oteiza: ad Alzuza, a 8 km da Pamplona, ospita la collezione personale di Jorge Oteiza, uno dei creatori più significativi della scultura del XX secolo. (+info)

Parchi e giardini

Pamplona è una delle città con il maggior numero di aree verdi della Spagna. I parchi hanno una personalità propria che vale la pena di scoprire:

. La Ciudadela è una delle migliori fortezze militari medievali d'Europa e racchiude il polmone verde della città. (+ info).

. La Taconera è un parco in stile francese nei cui fossati è allestito un piccolo zoo. (+info)

. La Media Luna è forse il più romantico, con belle vedute sul fiume Arga. (+ info)
. Parco Yamaguchi presenta un laghetto, specie arboree ed elementi ornamentali tipici di un giardino giapponese. (+ info)

 

POMERIGGIO

Valle di Ultzama

A soli 25 km da Pamplona si trova questa valle ricca di boschi, prati, pascoli e greggi... È infatti chiamata la “Svizzera della Navarra”. Per scoprirla si possono visitare i paesini di Larraintzar, Eltso-Gerendiain o Guelbenzu, passeggiare nel millenario Bosco di Orgi o visitare il museo del miele

GASTRONOMIA

A Pamplona non si può mancare di assaggiare gli sfiziosi stuzzichini detti "pinchos" (+info) nel centro storico, ma anche conoscere la cucina d'autore e alcuni dei ristoranti dalla personalità più spiccata. (+info). Nella valle di Ultzama si può degustare una saporita costata di manzo e finire in bellezza con una cagliata casereccia servita con il miele di produzione locale.

ACQUISTI

ACQUISTI

A Pamplona non c'è che l'imbarazzo della scelta: da un lato, negozi di prodotti artigianali e il mercato nel centro storico e, dall'altro, i negozi delle grandi marche nella zona dell'Ensanche, cioè l'ampliamento ottocentesco della città. Per un souvenir gastronomico, a Pamplona si trovano tutti i prodotti tipici della regione: i formaggi a denominazione d’origine Roncal e Idiazábal, i peperoni della varietà Piquillo, gli asparagi e l'olio d'oliva o i vini a denominazione d'origine Navarra e Rioja. Non bisogna poi dimenticare il “pacharán”, il liquore a base di anice in cui si fanno macerare le prugne selvatiche, o i dolci come le paste Layana o le irresistibili caramelle di Garrarte

ACQUISTI

A Pamplona non c'è che l'imbarazzo della scelta: da un lato, negozi di prodotti artigianali e il mercato nel centro storico e, dall'altro, i negozi delle grandi marche nella zona dell'Ensanche, cioè l'ampliamento ottocentesco della città.