Organizzare il viaggio

Itinerario Navarra de Cine

Cammino di Santiago
Tematica
Ocho apellidos vascos Negli ultimi anni, la Navarra è stata la location prescelta per girare film che hanno riscosso un grande successo nazionale ed internazionale. Volti noti del cinema come i vincitori di un Oscar Javier Bardem, Penélope Cruz, Imanol Arias, Cameron Díaz o Martin Sheen e un lungo elenco di attori e di attrici spagnoli come, tra gli altri Carmen Maura, Hugo Silva, Mario Casas, Clara Lago, Carmen Machi, Karra Elejalde o Dani Rovira, hanno fatto conoscere alcune località e siti rappresentativi della Navarra grazie al successo dei loro lungometraggi.
 
Molti spettatori di Ocho apellidos vascos, Le streghe son tornate (Las Brujas de Zugarramurdi) o The Counselor (Il procuratore) hanno deciso di recarsi a Leitza, Zugarramurdi o Bardenas Reales per ricordare le scene che li hanno fatti morire dal ridere o tremare di paura, che li hanno sorpresi o emozionati... Tuttavia, a queste location cinematografiche molto visitate se ne sommano molte altre in cui a suo tempo sono stati girati film mitici come Robin e Marian, Patton, Secretos del corazón o Falstaff (Campanadas a medianoche) e quelle che prossimamente ospiteranno il set di film la cui lavorazione sta per cominciare come Anacleto, agente secreto, interpretato da Imanol Arias, o El guardián invisible, pellicola basata sul primo romanzo della trilogia di Dolores Redondo ambientata nella valle di Baztán. 
 
Proponiamo di percorrere, attraverso una selezione di 23 film, le 13 location più significative della Navarra:
 
* Il trailer di ogni film è accessibile posizionandosi sulla mappa (non è visibile con le vecchie versioni di Internet Explorer)

 
Grotte di Zugarramurdi: questo sito naturale, dal nome difficile da pronunciare, conserva un'aura di magia in quanto nel Seicento è stato lo scenario di conciliaboli di streghe mandate al rogo dall'Inquisizione.
 
      Le streghe son tornate (Las Brujas de Zugarramurdi) (2012): diretta dal regista Alex de la Iglesia, è una commedia sfrenata sulla stregoneria in cui due disoccupati - Mario Casas e Hugo Silva - compiono una rapina e fuggono inseguiti dalla polizia. Si addentrano così nei boschi impenetrabili della Navarra e finiscono nelle mani di un'orda di donne impazzite che si cibano di carne umana e che all'interno della grotta celebrano il loro sabba. Il film ha vinto 8 premi Goya nel 2013 e alle riprese hanno partecipato più di 200 comparse della località. Vai al trailer.
 
Leitza: cittadina pirenaica attraversata dalla Via Verde del Plazaola e circondata da prati verdi, vanta un grazioso centro storico e casolari isolati che costellano le montagne circostanti.
 
     Ocho apellidos vascos (Otto cognomi baschi) (2013): è una commedia che prende in giro gli stereotipi dei baschi e degli andalusi. Rafa (Dani Rovira), un giovane andaluso i cui principali interessi sono il vino, il gel per capelli, la squadra di calcio del Betis e le donne, cambia drasticamente quando s'innamora di una ragazza basca, Amaia (Clara Lago): si trasferisce in un paesino dei Paesi Baschi e, per conquistarsi le simpatie del padre di lei, si finge basco puro per antonomasia, con tanto di otto cognomi per dimostrarlo. Le vie della località di Leitza sono la location della scena in cui la protagonista corre vestita da sposa per inseguire il suo futuro marito. Il film ha sbancato il botteghino e ha battuto ogni record d'incassi della storia del cinema spagnolo fino al 2014 e ha vinto tre premi Goya alla migliore interpretazione maschile, a quella femminile e all'attore rivelazione. Vai al trailer.
 
Pamplona: una città moderna, accogliente, solcata dal Cammino di Santiago e nota per feste di San Fermín, caratterizzata dalle mura centenarie e dalle vie lastricate, dalle zone verdi e dagli appetitosi stuzzichini detti pinchos.
 
      Blue lips (2013): la routine è come un mantra che ha finito per stordire i sei protagonisti che da diverse città del mondo arrivano a Pamplona mentre le feste sono al culmine. Anche se sembra strano, proprio mentre sono circondati dall'euforia e dall'emozione dei festeggiamenti, tutti i personaggi riescono a trovare uno spazio per la riflessione e la rinascita. Il titolo fa riferimento al colore di cui si tingono le labbra dopo aver bevuto vino. Nel film si vedono alcuni momenti rappresentativi della festa come ad esempio il cosiddetto Chupinazo, cioè quando si dà il via con il lancio del razzo dal palazzo del Comune di fronte alla piazza gremita di gente. Vai al trailer.
   
     Zindagi Na Milegi Dobara (Non si vive che una sola volta) (2010): Kabir Dhiman, un ragazzo di buona famiglia di Bombay, arriva in Spagna con 2 amici per l'addio al celibato, in compimento di un patto stretto nell'adolescenza. Dopo varie vicissitudini arriva la loro avventura finale, la più pericolosa: partecipare a un encierro de toros , cioè alla corsa dei tori a Pamplona . Il grande successo del film in India ha fatto aumentare notevolmente il numero di turisti di questa nazionalità nelle vie della città. Vai al trailer.
 
      No tengas miedo (Non aver paura) (2010): diretto da Montxo Armendáriz, racconta il dramma di una giovane, Michelle Jenner, che dopo avere subito abusi sessuali nell'infanzia, cerca di vincere le proprie paure e di rifarsi una vita. Nel film è riconoscibile la piazza San José di Pamplona, dove la protagonista si sente male mentre passeggia in un mercatino. Altri interpreti sono Lluis Homar e Belén Rueda. Vai al trailer.
 
     Il cammino per Santiago (The Way) (2009): Tom Avery (Martin Sheen) riceve la notizia che suo figlio Daniel, con il quale non ha mai avuto buoni rapporti, è morto nei Pirenei nel corso di un temporale. Distrutto, si reca in Francia e, quando scopre che suo figlio stava percorrendo il Cammino di Santiago, decide di concludere l'itinerario per rendergli omaggio. Lungo il percorso, presso il Monte del Perdón, uno dei protagonisti scherza sulla stazza dei pellegrini del monumento. Vai al trailer.
 
Olite: lo slanciato Palazzo Reale di Olite, dichiarato Monumento Nazionale nel 1925, è la prova dello splendore della corte che nel Medioevo si insediò in questa cittadina situata nella cosiddetta Zona Media della Navarra.
 
     I Borgia (Los Borgia) (2006): nel 1492 Rodrigo Borgia è eletto Papa con il nome di Alessandro VI. L'ambizione e la sete di potere porteranno la sua famiglia a raggiungere il massimo splendore, anche se il prezzo da pagare per riuscirci sarà elevato. Numerose scene sono state girate presso il Palazzo Reale di Olite: nella sala della regina, nella galleria del re e nella torre dei quattro venti. Vai al trailer.
 
 
Parco naturale Bardenas Reales: questo sito semidesertico, situato al sud della Navarra, è stato dichiarato Riserva della Biosfera dall'UNESCO. L'erosione dell'argilla, del gesso e dell'arenaria della zona ha creato forme sorprendenti che ricordano un paesaggio lunare.
 
     Anacleto, agente secreto (2015): una commedia d'azione in cui Quim Gutiérrez scopre che suo padre, burbero e discreto (Imanol Arias), in realtà conduce una doppia vita ed è agente segreto. In una delle scene girate nella zona di Cortinillas nelle Bardenas Reales, Anacleto abbandona la propria vettura in mezzo al deserto e prosegue a piedi guidato dalla bussola. Vai al trailer.

     The Counselor (Il procuratore) (2012): è un thriller sul traffico di droga con Penélope Cruz, Cameron Díaz, Javier Bardem, Brad Pitt e Bruno Ganz. La frontiera tra gli Stati Uniti e il Messico è stata ambientata a Bardenas Reales: sullo sfondo del sito di Cortinillas, Javier Bardem prepara un cocktail per Cameron Díaz mentre il sole sta tramontando. Vai al trailer.
 
     Il monaco (Le moine) (2011): Satana (Sergi López) cerca di corrompere un giovane novizio - il fratello Ambrosio (Vincent Cassel) - che da bambino è stato abbandonato dinanzi alle porte di un monastero cistercense, in cui viene accolto ed educato dai frati. Quando è costretto a cedere la propria anima per salvare quella della donna che ama, il monaco s'incammina scalzo e avvilito per Bardenas Reales. Vai al trailer .
 
     007. Il mondo non basta (The World Is Not Enough) (1999): Pierce Brosnan interpreta il celeberrimo agente segreto la cui eccitante avventura stavolta si svolge anche in una base militare del Kazakistan. In questo caso uno dei camini del burrone "Las Cortinas" di Bardenas Reales per qualche giorno è stato trasformato nel bunker che salta in aria per un'esplosione nucleare. Vai al trailer.
 
     Acción mutante (Azione mutante) (1992): diretto dal regista Alex de la Iglesia, con Antonio Resines, Santiago Segura e Fernando Guillén, il film racconta la storia di una banda di guerriglieri formata da creature deformi che seminano il terrore cercando di vendicarsi dei ricchi e belli. Ha vinto tre premi Goya ai migliori effetti speciali, alla migliore direzione di produzione e al miglior trucco e acconciatura. Nel film compare il paesaggio di Bardenas Reales, trasformato nel pianeta Asturiax, lungo i cui sentieri tortuosi il protagonista trascina la ragazza che ha rapito. Vai al trailer.
 
Valle di Baztán: questa verde vallata si trova nel cuore del versante atlantico dei Pirenei, non distante dal mare. È una terra di emigranti arricchitisi in America, di grandi palazzi signorili e di casolari dalla caratteristica pietra rosa, di monasteri, di celebri grotte e di boschi mitologici.
 
     Baztan (2011): diretto dal regista Iñaki Elizalde, è interpretato da Unax Ugalde, Carmelo Gómez e Joseba Apaolaza. Il film narra la discriminazione subita dalla comunità degli Agotes nella valle di Baztán nel Seicento e le cui conseguenze sono tuttora avvertibili. Tutta la pellicola è stata girata nella valle e nelle località quali Lekaroz, Elizondo e Arizkun, nella cui frazione di Bozate si svolge la ricerca dei due Agotes accusati di aver rubato un po' di legna. Vai al trailer.
 
Sierra di Abodi: massiccio coperto dai pascoli che circonda la Foresta di Irati, uno dei boschi di faggi e di abeti più spettacolari d'Europa. La presenza di numerosi dolmen dimostra la presenza dell'uomo in questa zona fin dai tempi più remoti.
 
     Biutiful (2010): diretto da Alejandro González Iñárritu, è il ritratto della vita di Uxbal (Javier Bardem), padre amorevole e figlio indifeso, che sapendo di stare per morire a causa di un cancro cerca di trovare la pace, di proteggere i suoi figli e di salvare se stesso. È stato insignito con il premio Fotogramma d'argento e il Goya al migliore attore. In un sogno che fa prima di morire, il protagonista cammina nella sierra di Abodi coperta di neve. Vai al trailer.
 
Valle di Roncal: in questa valle pirenaica, verde e accidentata che si trova al confine con la Francia, vi sono 7 paesini incantevoli caratterizzati dalle case di pietra e dai tetti a 2 falde. Il formaggio a denominazione d'origine Roncal, tradizioni come il trasporto lungo il fiume dei tronchi degli alberi abbattuti nei boschi (che si ricorda nel Giorno dell'Almadía), lo sci da fondo o i paesaggi selvaggi come quello di Larra-Belagua sono alcuni tratti distintivi del luogo.
 
     Obaba (2005): diretto da Montxo Armendáriz e interpretato da Juan Diego Botto, Pilar López de Ayala e Lluis Homar, tra gli altri, raccontala storia di una giovane che intraprende un viaggio nelle terre di Obaba. Porta con sé una piccola telecamera con la quale vuole riprendere la realtà di questo mondo e della gente che ci vive. Ha vinto un premio Goya al miglior sonoro. Obaba è il nome di un paese pirenaico inventato e ambientato in località quali Uztárroz, Ochagavía e Roncal, dove la vita degli abitanti si svolge tenendo sempre vive le tradizioni del passato. Vai al trailer
 
Saragüeta (Valle di Arce): minuscolo paesino nei Pirenei formato da poche case disposte intorno alla piazza con la fontana a due cannelle dalla quale sgorga l'acqua delle sorgenti poco distanti. Si trova vicino a Orreaga/Roncesvalles e alla Foresta di Irati e fa parte della valle di Arce. 
 
     Silencio roto (Silenzio rotto) (2001): diretto dal regista Montxo Armendáriz, presenta una storia d'amore e di maquis (guerriglieri che resistettero al franchismo combattendo in piccoli gruppi in montagna) nel dopoguerra spagnolo. Il film è interpretato da Lucía Jiménez, Juan Diego Botto, Mercedes Sampietro e Álvaro de Luna. Durante le riprese, la piccola località di Saragüeta è stata invasa da 200 persone per 2 mesi. Nel film vi sono scene girate ad Orbaitzeta e nella valle di Arce. La piazza di Saragüeta, all'epoca non pavimentata, è fedelmente rappresentata nella scena in cui la protagonista arriva in paese e ritrova gli amici d'infanzia. Vai al trailer.
 
Ochagavía: situato a nord della valle de Salazar nei pressi dell'imponente Foresta di Irati, è uno dei paesi più pittoreschi dei Pirenei della Navarra. È caratterizzato dal ponte medievale, dalle vie lastricate e dalle case ben curate che fiancheggiano entrambe le rive del fiume Anduña.
 
    Secretos del corazón (Segreti del cuore) (1997): diretto dal regista Montxo Armendáriz, con Carmelo Gómez, Andoni Erburu, Charo López e Silvia Munt nel cast, racconta la paura e il fascino dell'ignoto dal punto di vista di un bambino di 9 anni. Ha vinto un Angelo azzurro, quattro premi Goya e un premio Ondas. Ochagavía è riconoscibile nelle scene dell'arrivo dei due fratelli protagonisti e dell'incontro con la madre che li aspetta impaziente, mentre altre sono state girate a Pamplona e ad Uztárroz. Vai al trailer.
 
Parco naturale di Urbasa-Andía: prati e faggeti frondosi sono i protagonisti di quest'area protetta, il cui lato meridionale si erge sulla valle delle Améscoas formando l'impressionante belvedere naturale della sorgente del fiume Urederra.
 
    Tasio (1984): diretto dal regista Montxo Armendáriz, racconta l'evoluzione della vita rurale attraverso la storia di un carbonaio fin da bambino, in un piccolo paese della sierra di Urbasa. Le riprese della scena principale del film con la carbonaia sono state girate sul Monte Limitaciones de las Amescoas. Le altre carbonaie che si vedono nel film sono state allestite e riprese nella valle di Lana. Vai al trailer.
 
      Patton (1970): è la biografia del generale americano George S. Patton, che dopo aver battuto il maresciallo tedesco Rommel nel nord Africa, guidò le truppe alleate in Europa. Il film ha vinto ben sette Oscar, un Globo d'oro e un BAFTA. Numerose battaglie sono state girate a Urbasa-Andía. Vai al trailer.
 
     Cromwell (1970): in Inghilterra, nel XVII secolo, Oliver Cromwell lotta contro la corruzione e il cattolicesimo. Il film ha vinto un Oscar ai costumi migliori. Alcune scene sono state girate nel pianoro di Txinturte ad Urbasa e nel Monte Limitaciones. Vai al trailer.
 
Artajona: è una località della cosiddetta Zona Media della Navarra in cui è conservata un'impressionante fortezza dell'XI secolo che si staglia sul paese ed è nota come "El Cerco". In questo complesso medievale spiccano i torrioni merlati uniti da un cammino di ronda e la chiesa-fortezza di San Saturnino, un edificio duecentesco solido e imponente, dichiarato monumento storico e artistico.
 
    Robin e Marian (1976): delusi per gli anni persi a combattere da crociati in Terra Santa, Robin Hood (Sean Connery) e il suo amico Little John tornano in Inghilterra. Nel frattempo, Marian (Audrey Hepburn) era entrata in convento. Ritrovarsi è inevitabile, ma ormai niente è più come prima. Urbasa è lo sfondo di varie sequenze, ma nel cosiddetto Cerco de Artajona è stato girato un combattimento in cui Sean Connery mostra tutta la sua abilità con la spada e non solo, mentre Audrey Hepburn tiene a bada i cavalli, pronti per fuggire, lasciandosi alle spalle i torrioni medievali di Artajona. Vai al trailer.
 
Sierra di Aralar: luogo di prati verdi, dolmen e faggeti dai colori infiniti, su cui si staglia il santuario romanico di San Miguel di Aralar. Nel sottosuolo traforato come un groviera, Aralar nasconde tesori naturali come la grotta di Mendukilo o la sorgente del fiume Iribas.
 
     Falstaff (Campanadas a medianoche) (1965): Inghilterra, guerra dei cent'anni (XIV e XV secolo). Il copione, ispirato a varie opere di William Shakespeare, affronta i rapporti di amicizia, tradimento e potere tra il re Enrico IV, suo figlio Hal e sir Falstaff, ruolo interpretato dallo stesso Orson Welles, regista del film. A Lesaka, la location prescelta è un vecchio casolare di Lekunberri, mentre è il bosco innevato della Sierra di Aralar quello in cui passeggia il protagonista. Vai al trailer.  

[+ Vedi scheda completa]

Sapevi che...?

In Navarra si allestiscono tre festival del cinema:

. Navarra Tierra de Cine : promuove la regione con cortometraggi realizzati sui suoi eventi cruciali più significativi. 

. Festival Internacional Punto de Vista: un festival di documentari in cui sono presentate produzioni provenienti da tutto il mondo con modi diversi di percepire e interpretare la realtà da un punto di vista indipendente.

. Festival de Cine Pamplona: Concorso internazionale di cortometraggi, lungometraggi e documentari volti all'educazione, allo svago e all'accessibilità, anche a sostegno dei giovani realizzatori della Navarra.

. Festival Cine Ópera Prima Ciudad de Tudela:  un concorso di lungometraggi spagnoli che premia i lavori dei debuttanti del cinema spagnolo nel corso dell'anno.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche