Organizzare il viaggio

Chiesa di San Martín de Tours

Chiese e chiesette rurali

El tiempo

Vista exterior
A metà strada tra Olite e Ujué, arroccata sulla parte più elevata di San Martín de Unx, sorge una delle chiese più incantevoli del romanico rurale della Navarra, anche eccellente belvedere per scrutare l'orizzonte dal portico moderno. La semplicità è una delle grandi virtù di questa chiesa medievale essenzialmente romanica, ma con alcuni elementi d'ispirazione protogotica come le volte e gli archi a sesto acuto. Tra i gioielli di questo sito monumentale, sono particolarmente interessanti la fonte battesimale, l'ornamento di capitelli e la cripta romanica in cui si celebrano matrimoni e battesimi.

La prima cosa che colpisce in questa chiesa del XII secolo è l'altezza del presbiterio. Sembra altissimo perché l'abside è rialzata sulla cripta sottostante. È stata conservata la struttura originale dell'edificio romanico: una navata unica a 4 tratti con volta a botte e abside semicircolare all'interno e poligonale all'esterno, sostenuta da prominenti e robusti contrafforti. Tuttavia, l'aspetto attuale della chiesa è il risultato di aggiunte e di ristrutturazioni succedutesi nel corso del tempo. Un esempio è il portico moderno che sostituisce l'antica torre medievale, che oggi è un magnifico belvedere sulle case e sul paesaggio circostante.

Dopo la visione d'insieme, si possono individuare alcuni piccoli dettagli da non perdere. Si può cominciare dal mondo variegato che orna i passafuori della cimasa: mostri, uomini, animali o musicisti che vigilano dall'alto.

Ci sono poi le due facciate del tempio: quella meridionale, romanica e molto semplice, è la porta originale del villaggio abbandonato di Sengoriz, mentre quella occidentale, anch'essa romanica, è proporzionata e molto ben lavorata. Sotto uno sporto di gronda in cui convivono un contorsionista e un musicista, vi sono capitelli istoriati come quello di San Martino che divide il suo mantello con un mendicante mal vestito o Sansone che lotta con un leone accovacciato. I personaggi presentano la testa e le mani di grandi dimensioni, i capelli con ciocche ben definite e gli indumenti drappeggiati con incisioni parallele. Questa è proprio una delle caratteristiche del Maestro di Uncastillo, uno degli scultori di maggior successo del XII secolo.

All'interno, spiccano la fonte battesimale ornata con vari personaggi tra inseriti tra archi e colonne - che rappresenta un'opera eccezionale in Navarra -, la scultura lignea trecentesca della Madonna del latte, la pala d'altare raffigurante San Martino vescovo nella nicchia centrale e l'altare con tre finestre, una delle quali è cieca mentre un'altra presenta tracce di antiche pitture.

Tuttavia, indubbiamente, uno degli angolini più sorprendenti è la cripta medievale, la parte più propriamente romanica del tempio. Fu costruita sotto la cappella maggiore per pareggiare il terreno e l'unica via d'accesso è una curiosa scala a chiocciola. Si tratta di uno spazio delimitato da sei colonne e da altre addossate ai muri, i cui capitelli mostrano un repertorio semplice: grandi foglie di dimensioni diverse, fiere dalle teste sproporzionate che digrignano i denti o teste umane con capelli, barba e baffi. Il presbiterio presenta tre vani strombati che dall'esterno sembrano feritoie e che creano un gioco di luci intimo e misterioso, donando nuove prospettive ad ogni passo.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Otoño: Horario habitual: sábados y domingos, de 11:00 a 13:00 y de 16:30 a 18:30.

  • Puente de El Pilar (del 12 al 15 de octubre): consultar.
  • Día 1 de noviembre (festivo): consultar.
  • Puente de diciembre (del 2 al 10 de diciembre): consultar.
  • Invierno: Horario habitual: sábados y domingos, de 11:00 a 13:00 y de 16:30 a 18:30.

  • Navidad (del 23 de diciembre al 7 de enero): consultar.
  • Otros horarios: concertando con antelación.
  • PREZZI

    Precio entrada: 2,00 €

    Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.