Organizzare il viaggio

Chiesa rurale di Santa María del Campo

Chiese e chiesette rurali

Multimedia

El tiempo


Questa chiesetta del XII secolo, dichiarata bene d'interesse culturale, è uno degli esempi più belli del romanico rurale della Navarra. Anche se un tempo fu la parrocchia del paese, oggi è adibita a cappella del cimitero e colpisce per il suo aspetto solitario ed enigmatico.

La chiesa è situata nell'unico almiradío della Navarra che conserva tale denominazione (una zona che anticamente fu sottoposta all'autorità di un ammiraglio), a nord della sierra di Leire, nella fertile pianura del fiume Salazar e lungo la strada nei sobborghi di Navascués. Santa María del Campo è un posto di passaggio obbligatorio per dirigersi alle valli pirenaiche di Salazar e Roncal.

L'immagine maestosa della chiesa con il campanile costruito in mezzo al tetto è un richiamo che invita a fare una sosta nell'ampio pianoro accanto al cimitero. Più da vicino, si può scoprire un'altra particolarità di questo vero e proprio gioiello monumentale: i passafuori con raffigurazioni di argomento profano, che ricordano quelli del monastero di Leire. In questo luogo si respira un'atmosfera di serena armonia.

Si trova nei Pirenei della Navarra, all'imboccatura delle valli di Salazar e Roncal, nell'unico almiradío che conserva tale denominazione in Navarra. L'assetto amministrativo medievale in Navarra prevedeva anche questo tipo di struttura sottoposta all'autorità di un tenente o ammiraglio designato dal re della Navarra. La chiesa rurale di Santa María del Campo è una delle reliquie di questa zona.

Si tratta di un edificio di blocchi di pietra squadrata dalle proporzioni armoniose e con il tetto in ardesia, in cui si può osservare l'influenza dello stile tipico di Jaca, in Aragona. È formata da un'unica navata di tre tratti e abside semicircolare. Un elemento poco comune per la sua particolare posizione in mezzo alla navata è la torre del campanile, quadrata e slanciata, che si apre all'esterno con le finestre geminate a tutto sesto.

Un altro aspetto che colpisce a Santa María del Campo sono i passafuori scolpiti con temi popolari. Ben conservati in generale, raffigurano fiere, uccelli, personaggi che contemplano lo spettatore o sono in movimento come l'uomo con il vaso da notte o l'acrobata che fa una capriola. Alcuni passafuori sono legati alla Porta Speciosa romanica del monastero di Leire. Infatti, in entrambi gli edifici sono raffigurate le stesse figure: una donna nuda che si liscia i capelli (rappresenta la lussuria), leoni dalle lunghe zampe con artigli "particolari" e una bocca caratteristica, uccelli dalle lunghe piume che si beccano le zampe e rappresentano le anime che vogliono fuggire.

Si accede all'interno di questa chiesa rurale attraverso una porta con arco a tutto sesto con due archivolti ornati a scacchiera recanti il crisma. Appena entrati nel tempio colpisce la sensazione di altezza delle volte e di scarsa larghezza della navata. La sobrietà romanica dell'interno è interrotta dalle arcate a tutto sesto, con capitelli schematicamente lavorati e una fonte battesimale cinquecentesca.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Todo el año: permanece cerrada.

Visita guidata

Descrizione: consultar visita guiada en época estival en la Oficina de Turismo de Ochagavía.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche

  • Località NAVASCUÉS
  • Zona I Pirenei
  • Link interessanti
  • Stile Romanico
  • Opera o luogo protetto Bien de Interés Cultural
  • Visita guidata Visita guidata