Organizzare il viaggio

Chiesa di Santa María di Eguiarte

Chiese e chiesette rurali

El tiempo

Atrio
È una bella chiesa romanica che sorge nella valle di Yerri, a metà strada tra Lácar e Alloz. Il maestoso profilo scosceso della parete calcarea di Urbasa-Andía fa da cornice al paesaggio circostante, in cui si succedono i campi di cereali e le colline. Si tratta di un edificio enigmatico circondato dal mistero e dalla magia... La singolarità di questo monumento storico dichiarato Bene di interesse culturale si deve anche al fatto che occorre percorrere una pista asfaltata per raggiungerlo e che gli edifici che lo circondano ne impediscono la visione completa finché non si arriva all'atrio.


Proprio questo atrio è la prima cosa che colpisce i visitatori. Archi a tutto sesto, travi in legno e colonne rettangolari sono eretti su un antico cimitero coperto da lastre di pietra. Ci si può sedere tranquillamente e lasciare al vento il compito di sussurrare i segreti del luogo mentre si sentono i lontani rintocchi delle campane o il canto allegro degli uccelli. Sono distinguibili le differenze tra la costruzione romanica e l'ampliamento barocco e si possono individuare anche simboli particolari come la croce dei templari. Alcuni simboli astronomici rafforzano l'idea del legame di questo sito con l'arcano.

La semplicità romanica è abbinata ad elementi di grande ricchezza scultorea nei capitelli della facciata. I primi due a sinistra sono stati attribuiti allo scultore autore della chiesa di San Miguel di Estella-Lizarra e illustrano momenti dell'infanzia di Gesù con un'espressività che sembra accennare uno stile protogotico. In quelli a destra, la dualità del bene e del male è rappresentata con il centauro che punta la sua freccia contro uccelli mostruosi.

La chiesa ebbe rango di basilica e questa è la ragione della ricchezza costruttiva e ornamentale con la quale nel Seicento l'interno fu ristrutturato in stile barocco. Della primitiva costruzione romanica sono rimasti due capitelli molto ben conservati. La luce pervade l'interno dove sfavillano le pale d'altare in foglia d'oro ricavata dal metallo donato da un viceré. Nella pala dell'altare maggiore spicca l'allusione al cielo con la presenza del sole. Colpisce anche la particolare cura della realizzazione della Madonna di Eguiarte, nota anche come la Madonna del latte perché è raffigurata mentre allatta Gesù Bambino.

Una tortuosa scala a chiocciola medievale conduce alla torre. Travi in legno, conci e grandi campane affiancate dalle finestre accentuano l'aspetto rurale di questa particolare costruzione. Il panorama che si gode dall'alto è sorprendente. Lasciando vagare la vista si possono immaginare i tempi in cui questi luoghi furono teatro di battaglie come quella di Lácar ai tempi del Carlismo, che si rievoca negli anni pari.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Todo el año: accesible mediante visita guiada.

Visita guidata

Prezzo visita: 2€

Gestore: Asociación Turística Tierras de Iranzu- Irantzuko Lurrak, 646 185 264.

Orario - Todo el año: llamar con antelación para concertar fecha y hora.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche