Organizzare il viaggio

Sorgente dell'Urederra

Sorgenti/fiumi

Multimedia

Poza del Urederra
icono pie de fotoPoza del Urederra
Río Urederra
icono pie de fotoRío Urederra
Nacedero del Urederra
icono pie de fotoNacedero del Urederra
Nacedero del Urederra
icono pie de fotoNacedero del Urederra
Visualizza tutte le foto

El tiempo

Avvertenza

Il tetto massimo delle prenotazioni è di 450 visitatori alla volta; l'autorizzazione può essere richiesta unicamente al seguente link.

Poza del Urederra
Il mormorio dell'acqua cristallina, la luce che filtra tra le foglie degli alberi tingendo di verde il paesaggio, e l'aroma di natura fanno sì che questo sito, dichiarato Riserva Naturale nel 1987, sia uno dei luoghi più spettacolari della Navarra.

La sorgente dell'Urederra, situata a nord di Estella-Lizarra, è lo sbocco naturale della falda acquifera formatasi nel massiccio carsico di Urbasa. Il primo affioramento si verifica in un anfratto a 700 metri di altezza sul contorno meridionale del massiccio, creando un'impressionante cascata di più di 100 metri che nel corso di milioni di anni ha modellato un anfiteatro roccioso di notevole bellezza.

Dopo la prima si succedono altre cascate e numerose polle d'acqua di colore turchese che si formano a conseguenza del fenomeno carsico, per il quale l'acqua filtra attraverso le fessure delle rocce e scaturisce dalle viscere della terra. Il colore particolare di queste acque ha sicuramente ispirato chi ha battezzato il fiume con il nome di "Urederra", che significa "acqua bella". Tuttavia, oltre all'acqua spicca la diversità della flora e della fauna che convivono in quest'area naturale: faggi, querce, olmi, aceri, tassi e noccioli, tra le altre specie vegetali, mentre avvoltoi, capovaccai, nibbi, albanelle o corvi sono i protagonisti del regno animale.

Un sentiero di poca difficoltà di 5,3 chilometri di lunghezza segue il corso del fiume in senso contrario e si conclude presso la sorgente. L'itinerario, appositamente segnalato, inizia presso il parcheggio che si trova all'entrata del paese di Baquedano. Una volta imboccata la pista forestale e dopo aver superato una barriera, il sentiero si biforca. All'andata si consiglia di seguire il sentiero a sinistra, che si snoda più vicino al corso del fiume, e di tornare seguendo il percorso ad est che è più elevato.

Questo sito, attualmente inserito nel Parco naturale di Urbasa-Andía è situato nella valle di Améscoa, un territorio di transizione bioclimatica fiancheggiato dall'altipiano di Urbasa e dalla scoscesa sierra di Lokiz. Tra le altre attrattive, Améscoa offre la possibilità di percorrere vari itinerari naturali, di osservare molteplici reperti megalitici o di conoscere paesini che hanno saputo conservare il sapore d'un tempo. E per chiudere in bellezza, è possibile degustare la squisita cucina basata sui prodotti locali come i fagioli, l'agnello, la cagliata, il formaggio a denominazione d'origine Idiazábal o il famoso patxarán.

Oltre la Sorgente ci sono varie cascate e numerosi bacini d'acqua di colore turchese, che si formano per il fenomeno carsico, attraverso il quale l'acqua si filtra tra le fessure delle rocce sgorgando nuovamente dalle viscere della terra. La speciale tonalità di queste acque è quasi sicuramente stata la fonte d'ispirazione di colui che battezzò il fiume con il nome Urederra, che significa "acqua splendida". Oltre a far riferimento all'acqua, bisogna citare la diversità della flora e della fauna che completano questo spazio naturale: i faggi, le querce, gli olmi, gli aceri, il tasso e il nocciolo, sono alcune delle specie vegetali e gli avvoltoi, i grifoni, il nibbio, le piccole aquile o i corvi tra i protagonisti del regno animale.

Un sentiero di moderata difficoltà, con 5,3 kilometri di lunghezza (andata e ritorno), percorre il corso del fiume in direzione contraria e finalizza nella bella sorgente. Il percorso, evidenziato con varie indicazioni segnaletiche, ha inizio dal parcheggio ubicato all'ingresso del paesino di Baquedano. Entrati nella zona boschiva e dopo aver oltrepassato uno sbarramento il cammino ha una biforcazione. Si consiglia all'andata di percorrere il sentiero a sinistra, che é il percorso più vicino al fiume, e al ritorno dal sentiero ad est, che é il cammino più alto.

Questo luogo, attualmente integrato nel Parco Naturale di Urbasa-Andía, si trova nella valle di Améscoa, un territorio di transizione bioclimatica fiancheggiato dall'altopiano di Urbasa e la montagna scoscesa di Lóquiz. Améscoa ci offre, tra le diverse attrazioni, la possibilità di realizzare differenti percorsi naturali, di osservare molteplici resti di monumenti megalitici o di conoscere paesini che hanno saputo mantenere il sapore di un tempo. E per chiudere in bellezza, potrai degustare di una ricca gastronomia basata sui prodotti autoctoni quali fagioli, agnello, la cagliata, il formaggio con la D. O. di Idiazabal o il famoso pacharán (liquore di mirtilli selvatici).

Sapevi che...?

È una delle 35 risorse selezionate per l'Itinerario dei Paesaggi della Navarra. Acqua e Belvedere.

Autorizzazioni: 

L'accesso alla riserva naturale è gratuito.

Il parcheggio di Baquedano costa 3 €/auto, dal 15 settembre all'8 dicembre, sabato, domenica e giorni festivi, dalle h 9:00 alle 17:00. Dal 9 dicembre al 28 febbraio il parcheggio è gratuito.

Orario

Otoño:

Aparcamiento de Baquedano:

  • De lunes a viernes, de 9:30 a 14:30.Sábados domingos y festivos, de 9:00 a 17:30.
  • Puente del Pilar (del 12 al 14 de octubre): todos los días, de 9:00 a 17:30.
  • Puente de noviembre (del 1 al 4 de noviembre): todos los días, de 9:00 a 17:30.
  • Puente de diciembre (del 1 al 9 de diciembre): todos los días, de 9:00 a 17:30.
  • A partir del 11 de diciembre: no supervisado.

Punto de Información Turístico de las Améscoas (situado junto al aparcamiento de Baquedano):
  • Hasta el 4 de noviembre: sábados, domingos y festivos, de 9:30 a 14:30 y de 15:30 a 17:30.
  • A partir del 5 de noviembre: cerrado.
  •  


Invierno: Punto de Información Turístico de Améscoa, cerrado.

Osservazioni

Il percorso totale del sentiero è di 5,3 Km. (andata e ritorno), con un dislivello di 200 m.

Si consiglia di indossare scarpe comode (il terreno è irregolare) e un impermeabile in caso di pioggia.

Il sentiero non è percorribile da persone a mobilità ridotta, né da passeggini per bambini.

Il telefono 685 628 949 è operativo esclusivamente quando è aperto l'Info point di Baquedano. Per richiedere informazioni turistiche sulla zona, rivolgersi all'Ufficio turistico di Estella-Lizarra: 948 556 301.

Il percorso totale del sentiero è di 5,3 Km. (andata e ritorno), con un dislivello di

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.