Organizzare il viaggio

Sorgente dell'Urederra

Sorgenti/fiumi

El tiempo

Poza del Urederra
Il mormorio dell'acqua cristallina, la luce che filtra tra le foglie degli alberi tingendo di verde il paesaggio, e l'aroma di natura fanno sì che questo sito, dichiarato Riserva Naturale nel 1987, sia uno dei luoghi più spettacolari della Navarra.

La sorgente dell'Urederra, situata a nord di Estella-Lizarra, è lo sbocco naturale della falda acquifera formatasi nel massiccio carsico di Urbasa. Il primo affioramento si verifica in un anfratto a 700 metri di altezza sul contorno meridionale del massiccio, creando un'impressionante cascata di più di 100 metri che nel corso di milioni di anni ha modellato un anfiteatro roccioso di notevole bellezza.

Dopo la prima si succedono altre cascate e numerose polle d'acqua di colore turchese che si formano a conseguenza del fenomeno carsico, per il quale l'acqua filtra attraverso le fessure delle rocce e scaturisce dalle viscere della terra. Il colore particolare di queste acque ha sicuramente ispirato chi ha battezzato il fiume con il nome di "Urederra", che significa "acqua bella". Tuttavia, oltre all'acqua spicca la diversità della flora e della fauna che convivono in quest'area naturale: faggi, querce, olmi, aceri, tassi e noccioli, tra le altre specie vegetali, mentre avvoltoi, capovaccai, nibbi, albanelle o corvi sono i protagonisti del regno animale.

Un sentiero di poca difficoltà di 5,3 chilometri di lunghezza segue il corso del fiume in senso contrario e si conclude presso la sorgente. L'itinerario, appositamente segnalato, inizia presso il parcheggio che si trova all'entrata del paese di Baquedano. Una volta imboccata la pista forestale e dopo aver superato una barriera, il sentiero si biforca. All'andata si consiglia di seguire il sentiero a sinistra, che si snoda più vicino al corso del fiume, e di tornare seguendo il percorso ad est che è più elevato.

Questo sito, attualmente inserito nel Parco naturale di Urbasa-Andía è situato nella valle di Améscoa, un territorio di transizione bioclimatica fiancheggiato dall'altipiano di Urbasa e dalla scoscesa sierra di Lokiz. Tra le altre attrattive, Améscoa offre la possibilità di percorrere vari itinerari naturali, di osservare molteplici reperti megalitici o di conoscere paesini che hanno saputo conservare il sapore d'un tempo. E per chiudere in bellezza, è possibile degustare la squisita cucina basata sui prodotti locali come i fagioli, l'agnello, la cagliata, il formaggio a denominazione d'origine Idiazábal o il famoso patxarán.
Tras ella se suceden otras cascadas y numerosas pozas de agua de color turquesa que se forman como consecuencia del fenómeno kárstico, por el que el agua se filtra a través de las grietas de las rocas surgiendo una y otra vez desde las entrañas de la tierra. La especial tonalidad de estas aguas es la que seguramente habrá inspirado a quien bautizó al río con el nombre de Urederra, que significa "agua hermosa". Pero además del agua, cabe mencionar la diversidad de flora y fauna que integran este espacio natural: hayas, robles, olmos, arces, tejos y avellanos, entre otras especies vegetales, y buitres, alimoches, milanos, aguiluchos o cuervos, como protagonistas del reino animal.
 
Un sendero de escasa dificultad y 5,3 kilómetros de longitud (ida y vuelta) recorre el curso del río en sentido contrario finalizando en el bello nacedero. El recorrido, que está señalizado mediante balizas, se inicia en el aparcamiento situado a la entrada del pueblo de Baquedano. Una vez tomada la pista forestal y tras pasar una barrera el camino se bifurca. Se recomienda tomar a la ida la senda de la izquierda, que discurre más cercana al río, y volver por el camino del este, más elevado.

Este paraje, actualmente integrado en el Parque Natural de Urbasa-Andía se sitúa en el valle de Améscoa, un territorio de transición bioclimática flanqueado por el altiplano de Urbasa y la sierra escarpada de Lokiz. Amescoa nos ofrece entre otros atractivos la posibilidad de realizar diversos recorridos naturales, de observar múltiples vestigios megalíticos o de conocer pueblos que han sabido mantener el sabor de antaño. Y como broche de oro, podrás degustar una rica gastronomía basada en productos autóctonos como las alubias, el cordero, la cuajada, el queso con D.O. de Idiazabal o el famoso pacharán.
[+ Vedi scheda completa]

Sapevi che...?

È una delle 35 risorse selezionate per l'Itinerario dei Paesaggi della Navarra. Acqua e Belvedere.

Luogo

Autorizzazioni: 

L'accesso alla riserva naturale è gratuito.

Il parcheggio di Baquedano costa 3 €/auto, dal 15 settembre all'8 dicembre, sabato, domenica e giorni festivi, dalle h 9:00 alle 17:00. Dal 9 dicembre al 28 febbraio il parcheggio è gratuito.

Orario

Otoño: aparcamiento de Baquedano 
Hasta el 1 de noviembre, de lunes a domingo, de 9:00 a 17:00.
A partir del 2 de noviembre y hasta marzo 2018: cerrado.
 
Punto de Información Turístico de las Améscoas:
Hasta el 30 de septiembre: viernes, de 9:30 a 15:30, sábados, domingos y festivos, de 9:30 a 14:30 y de 15:30 a 17:30. 

  • Del 1 de octubre hasta mediados de noviembre: sábados, domingos y festivos, de 9:30 a 14:30 y de 15:30 a 17:30. 
  • Puente de octubre (del 12 al 15): de 9:30 a 14:30 y de 15:30 a 17:30.
  • A partir del 1 de noviembre: pit

Visita guidata

Descrizione: consultar empresas de actividades.

Osservazioni

Il percorso totale del sentiero è di 5,3 Km. (andata e ritorno), con un dislivello di 200 m.

Si consiglia di indossare scarpe comode (il terreno è irregolare) e un impermeabile in caso di pioggia.

Il sentiero non è percorribile da persone a mobilità ridotta, né da passeggini per bambini.

Il telefono 685 628 949 è operativo esclusivamente quando è aperto l'Info point di Baquedano. Per richiedere informazioni turistiche sulla zona, rivolgersi all'Ufficio turistico di Estella-Lizarra: 948 556 301.

Il percorso totale del sentiero è di 5,3 Km. (andata e ritorno), con un dislivello di

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche