Organizzare il viaggio

Chiesa di Santa María la Real

Chiese e chiesette rurali

Multimedia

Iglesia de Santa María la Real
Iglesia de Santa María la Real - Pórtico

El tiempo

Iglesia de Santa María la Real
La chiesa di Santa María la Real di Sangüesa, dichiarata monumento nazionale nel 1889, presenta una splendida facciata, una pala d'altare in pietra, considerata una delle opere di maggiore spicco del romanico in Spagna, nella quale è raffigurata il Giudizio Finale.

Con una linea snella e proporzioni medie, venne costruita tra il XII e il XIV secolo e il suo stile coincide con la transizione dal romanico al gotico. Presenta tre navate con una crociera e un campanile ottagonale e, all'interno, sorprende con altri punti di interesse come la pala dell'altare maggiore, in stile plateresco, e un ricco tabernacolo da processione gotico.

Una volta attraversato il ponte di ferro sul fiume Aragón, Santa María la Real di Sangüesa accoglie il visitatore in questa località della cosiddetta Zona Media occidentale della Navarra, ormai vicino al confine con l'Aragona.

Venne costruita nel XII secolo, a una delle estremità della cosiddetta rúa Mayor, su ordine di Alfonso I il Battagliero, re di Navarra e d'Aragona. Chiesa di medie proporzioni, questo splendido esempio di arte romanica nel corso dei secoli non ha avuto solo fini liturgici, ma anche una funzione difensiva, soprattutto nel corso delle guerre civili dell'Ottocento.

Restaurata nella prima metà del Novecento, presenta una testata romanica con tre absidi, che corrispondono alla prima metà del XII secolo, mentre alla fine dello stesso secolo e nei secoli successivi vennero costruite le navate, la facciata sud e il campanile gotico ottagonale.

Anche se l'edificio nel suo insieme è di notevole bellezza, il principale merito artistico si trova nella facciata. Se si osservano tranquillamente i due corpi, si noterà la mano di due maestri: Leodegarius, maestro francese della fine del XII secolo, che si occupò della parte inferiore, e il maestro di San Juan de la Peña, della fine del XIII secolo, che realizzò quella superiore.

Il primo, più antico, creò le sei statue-colonna che fiancheggiano la facciata, prendendo ispirazione dal portale della cattedrale di Chartres. A sinistra, Maria Maddalena, la Vergine Maria - con la firma dell'autore "Leodegarius me fecit" sul libro che ha in mano - e Maria madre di Giacomo e Giovanni. Sulla destra gli apostoli San Pietro, San Paolo e Giuda impiccato. I capitelli rappresentano vari passaggi della Bibbia.

Al secondo, più avanzato, vengono attribuiti i dodici archi con i dodici apostoli presieduti dal Pantocratore. Le statue sono caratterizzate da un aspetto ieratico, pieghe semplici incise e volti quadrati con occhi piuttosto grandi.

Al centro del timpano, in un luogo di spicco, appare Cristo che giudica gli uomini assieme alla Vergine, gli apostoli come intercessori e San Michele che pesa le anime. Gli archivolti che incorniciano il timpano raffigurano i ceti della società medievale. Su entrambi i lati degli archivolti sono stati scolpiti animali mostruosi, scene dell'antico e del nuovo testamento, immagini dei peccati e vari mestieri. Nell'unghia destra, destano l'attenzione i rilievi che narrano la leggenda nordica originale dell'eroe Sigurd: il figlio del re Sigmundo che uccise il drago Fafner e che, dopo essersi bagnato nel suo sangue, imparò il linguaggio degli uccelli e diventò invulnerabile.

La visita all'interno della Chiesa consente di scoprire un tempio a tre navate e tre tratti, che conserva notevoli tesori come la pala dell'altare maggiore, plateresca, del XVI secolo, la cappella di San Michele, del XIV secolo, o la cappella cinquecentesca della Pietà che ospita il gruppo della Deposizione del Cinquecento e tele del Settecento. L'ostensorio da processione in argento, del XV secolo, è uno dei più antichi di Spagna.

Di notevole interesse anche una vetrata dedicata alla Vergine, un crocefisso barocco, l'immagine gotica di San Biagio, la pala d'altare neo-romanica di San Francesco Saverio, e l'edicola con inferriata romanica che ospita l'immagine dell'Immacolata.

[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Otoño: de lunes a sábado, de 11:00 a 13:00.  **Misas: laborables, a las 19:30 (meses impares). Sábados, a las 19:00. Domingos y festivos, a las 10:00 y 13:00. 

  • La iglesia abre media hora antes de las misas.
  • Estos horarios pueden sufrir modificaciones por celebraciones religiosas

Invierno: de lunes a sábado, de 11:00 a 13:00.  **Misas: laborables, a las 19:30 (meses impares). Sábados, a las 19:00. Domingos y festivos, a las 10:00 y 13:00. 

  • La iglesia abre media hora antes de las misas.
  • Estos horarios pueden sufrir modificaciones por celebraciones religiosas

Visita guidata

Descrizione: visitas guiadas o con luz y sonido.

Prezzo visita: 2,30 €.

Gestore: Sangüesa Tour (620110581)

Orario - Todo el año: concertar con antelación.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche