Organizzare il viaggio

Santuario di Nuestra Señora de Codés

Chiese e chiesette rurali

Multimedia

El tiempo


In un paesaggio incredibile, agreste e scosceso, si trova il santuario di Nuestra Señora de Codés. L'insieme, dall'aspetto monumentale e dalla struttura armoniosa, riporta al suo passato storico. Durante la Guerra d'Indipendenza venne saccheggiato dall'esercito francese e usato come caserma sia dai soldati di Napoleone che da quelli di Espoz y Mina, il più famoso guerrigliero della Navarra.

Attualmente, alle pendici della montagna, offre rifugio ai visitatori nella sua foresteria, nel mezzo di un paesaggio caratterizzato dal lento volo delle aquile.

Il santuario di Nuestra Señora de Codés si trova alle falde della sierra di Codés, il massiccio montuoso più occidentale della Navarra, ai confini con La provincia basca di Álava.
Appartiene al comune di Torralba del Río, ma l'insieme monumentale è isolato, fuori dal centro storico. All'uscita dal paese si prende la strada sulla destra e si giunge ad un ambiente agreste, dominato dal monte Yoar, di 1.421 metri d'altezza, costellato da roverelle, aceri, bossi e ginepri, tra le altre specie vegetali. Come narra la tradizione, alle pendici della montagna venne costruito un eremo primitivo, a fianco della grotta nella quale nel 1350 venne rinvenuta un'immagine della Madonna con il Bambino.

Il santuario attuale venne costruito tra il XVI e il XVIII secolo sull'edificio precedente, del quale non è rimasto nulla. L'aspetto monumentale svela un insieme armonioso, dalla struttura semplice costituito dalla chiesa, il maestoso campanile barocco, un portale a tre archi molto austero, il palazzo di Lepe e la foresteria.

Il campanile e il portale contiguo sono gli elementi di maggiore interesse artistico. Nonostante il fatto che siano stati costruiti nel Settecento, la loro sobrietà ricorda i modelli architettonici e decorativi del secolo precedente. Accanto al portale si trova la fonte della Vergine in una grande edicola in pietra con una nicchia per ospitare l'immagine di Nuestra Señora de Codés.

All'interno della chiesa del XVI secolo, si può osservare l'inferriata barocca che racchiude la pala dell'altare maggiore, presieduta da un'immagine gotica trecentesca della Vergine di Codés con il Bambino. L'inferriata risale al 1651 ed è decorata con balaustro e una grande ruota rifinita a croce. Separa la zona dove si celebrano gli atti liturgici dal resto della Chiesa dedicata ai fedeli. Le pale d'altare laterali contribuiscono a dare ulteriore spettacolarità alla cappella maggiore. Sono dedicate a San Pietro e a Sant'Antonio ed evocano uno stile manierista.

Completano il complesso di Codés la foresteria costruita nel 1614, dove si offre ospitalità e servizio di ristorazione, e il palazzo del vescovo di Calahorra, Pedro de Lepe, costruito nel 1692, anche se nel 1713 vennero effettuati altri lavori nell'edificio.

Il santuario è meta di numerosi pellegrinaggi: i più famosi sono quelli che si svolgono la domenica di Pentecoste, vale a dire 50 giorni dopo Pasqua, tra maggio e giugno; e l'8 settembre.

[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Verano:

  • Horario habitual: de lunes a domingo, de 10.00 a 20:00 . Entre semana se recomienda consultar los horarios (948 378 914). **Misas: domingos y festivos a las 13:15.

PREZZI

Osservazioni:se acepta la voluntad.

Visita guidata

Descrizione: visita guiada al Santuario de Codés.

Prezzo visita: consultar con el Hermano Julián Inchusta, 636 553 263.

Orario - Todo el año: concertar con antelación.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche