Organizzare il viaggio

Chiesa di San Miguel

Chiese e chiesette rurali

Multimedia

Iglesia de San Miguel

El tiempo

Iglesia de San Miguel
Nel quartiere di San Miguel di Estella-Lizarra, sulla riva sinistra del fiume Ega, dove nel Medioevo convivevano franchi e navarresi, sorge la Chiesa di San Miguel, un tempio estremamente bello per la sua apparente semplicità, che ospita tesori artistici di pregio.
La chiesa di San Miguel è stata eretta sulla cima di una scarpata rocciosa denominata "La Mota": la costruizione fu avviata alla fine del XII secolo, ma i lavori si protrassero nel tempo, per cui è possibile rintracciare chiaramente nell'edificio i vari stili che si sono successivamente sovrapposti.

Meritano una particolare attenzione la facciata settentrionale, uno degli insiemi scultorei più rappresentativi del tardo romanico, e il retablo gotico di Santa Elena conservato all'interno del tempio.

Questa chiesa dall'aspetto solido è stata restaurata tra il 1987 e il 1992 e rappresenta il fiore all'occhiello del quartiere di San Miguel, sorto ad Estella-Lizarra nella seconda metà del XII secolo.

L'aspetto esterno dell'edificio è grandioso: presenta volumi contrapposti, come quelli della torre barocca situata sulla testata e la mole di pietra della torre medievale situata accanto alla costruzione.

L'autentico gioiello della chiesa è la facciata Nord, esempio del tardo-romanico spagnolo, alla quale si accede da una lunga scalinata. Sul timpano è riconoscibile il Cristo maestoso, circondato dai simboli dei quattro evangelisti, dalla Madonna e da San Giovanni che intercedono nel momento del Giudizio finale.

Nelle mensole si possono scorgere un leone che ingoia una testa umana e un drago dalle cui fauci fuoriescono le gambe di una persona. Sugli archivolti, dall'interno all'esterno, cioè procedendo da Dio verso il mondo, sono raffigurati gli angeli, gli anziani dell'Apocalisse, i profeti, i santi e varie rappresentazioni del male. Nel rilievo a sinistra si osserva il combattimento di San Michele contro il drago, mentre a destra spicca una bella scultura lignea delle tre Marie dinanzi al sepolcro vuoto di Cristo. Varie iscrizioni in latino spiegano il significato delle scene ai fedeli.

All'interno della chiesa non si può accedere dalla porta Sud, del XIII secolo, i cui archivolti poggiano su capitelli con decorazioni vegetali e alcune piccole teste.

La testata, costituita da tre absidi romaniche del XII secolo, presenta in quella centrale tre finestre con archi a sesto acuto, capitelli istoriati e colonne stilizzate.

Tra i tesori artistici conservati all'interno del tempio spiccano il retablo di Santa Elena (1406), importante opera gotica in cui la santa è raffigurata mentre scopre la croce sulla quale è morto Gesù, o la pala d'altare, risalente al XVIII secolo, con un'immagine gotico-fiamminga di San Michele. Si possono inoltre contemplare la Madonna di Betlemme, del secolo XIV, il sepolcro della famiglia Eguía, e il retablo di San Crispín e San Crispiniano.

Accanto alla chiesa, sull'antico cimitero sorge la cappella di San Jorge, situata a qualche metro dalla testata ed unita alla stessa da un arco a sesto acuto. La trecentesca cappella in stile gotico presenta una pianta trapezoidale e l'aspetto di una torre militare. Conserva una raffigurazione in legno, in stile gotico fiammingo, di San Giorgio a cavallo che combatte contro il drago alato.






[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Otoño: apertura 30 minutos antes de las misas. **Misas: miércoles, viernes y sábado, a las 19:00. Domingos y festivos, a las 11:30.

Invierno: apertura 30 minutos antes de las misas. **Misas: miércoles y viernes, a las 19:00. Domingos y festivos, a las 11:30.

PREZZI

Osservazioni: entrada gratuita.

Visita guidata

Prezzo visita: consultar con las empresas gestoras.

Gestore:

Navark 948 550 070 - 948 553 954.

Nahiaz 948 107 632 - 609 372 816.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche