Organizzare il viaggio

Pala d'altare di San Miguel de Aralar

Oreficeria

Multimedia

El tiempo


Si tratta di un capolavoro eccezionale dell'arte delle immagini sacre medievale in Europa, dichiarato "bene di interesse culturale". Attribuita ad una bottega francese di Limoges, questa pala d'altare romanica del XII secolo è esposta, protetta da un vetro, sull'altare maggiore del santuario di San Miguel de Aralar.

Su 37 smalti è raffigurata una singolare collezione di personaggi, disposti armoniosamente su una lastra di metallo dorato di 2 m. di larghezza e di 1,40 m. di altezza. Il personaggio principale è la Madonna con Gesù Bambino, situata al centro e circondata da una cornice ovale. Seguendo i canoni romanici, Maria serve da trono a Gesù Bambino che porta la corona e benedice con la mano destra mentre sostiene le Sacre Scritture con la sinistra. I piedi della Madonna sono appoggiati su uno sgabello artisticamente lavorato e ad entrambi i lati della testa compaiono le lettere alfa e omega. In basso si osserva la stella dell'Epifania.

Colpisce la rappresentazione del Tetramorfo che circonda la madre e il figlio, in quanto di solito accompagna il Salvatore. Si tratta dei quattro simboli degli evangelisti: San Matteo è rappresentato da un angelo, San Giovanni da un'aquila, San Marco da un leone alato e San Luca da un toro.

Ad entrambi i lati sono disposti simmetricamente dodici archi che incorniciano altrettanti personaggi. Sono riconoscibili i Re Magi con i loro doni, 6 apostoli tra i quali si distingue San Pietro con la chiave del regno, oltre ad un angelo, la Madonna e il re donante. Tra gli archi si possono osservare rilievi di costruzioni che rappresentano la Gerusalemme celestiale.

Si può apprezzare la grande maestria con la quale sono raffigurati i tratti e i vestiti di ogni figura. Le pieghe dorate delle tuniche sono rese alla perfezione con la gamma del blu indaco, del verde e qualche tocco di bianco, nero e rosso. Colpisce anche la cesellatura delle teste e dei piedi di tutti i personaggi.

L'assenza di alcuni medaglioni e di alcuni tratti degli archi è dovuta al fatto che nel 1979 Erik detto il belga, un ladro d'arte internazionale, ha rubato numerosi pezzi di quest'opera eccezionale, che fortunatamente sono stati recuperati quasi del tutto con l'andar del tempo.

Luogo

Orario

Otoño:

  • Hasta el 20 de diciembre: de 10:00 a 14:00 y de 16:00 a 19:00.
  • Puente de El Pilar (del 12 al 15 de octubre): horario sin cambios.
  • Día 1 de noviembre (festivo): horario sin cambios.
  • Puente de diciembre (del 2 al 19 de diciembre): horario sin cambios.

Invierno:

  • Hasta el 20 de marzo: de 10:00 a 14:00 y de 16:00 a 18:00.
  • Navidad (del 23 de diciembre al 7 de enero): horario sin cambios.

PREZZI

Osservazioni: entrada gratuita.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche