Organizzare il viaggio

Eunate

Chiese e chiesette rurali

Multimedia

Iglesia de Santa María de Eunate
Iglesia de Santa María de Eunate - Virgen
Iglesia de Santa María de Eunate - interior

El tiempo

Iglesia de Santa María de Eunate
Alla luce del tramonto o al primo chiarore dell'alba: questi sono è i momenti migliori per scoprire una delle chiese più belle e suggestive del Cammino di Santiago, quella di Nuestra Señora de Eunate (1170), semplice, originale e misteriosa.

Si innalza, solitaria, poco prima di arrivare a Puente la Reina, circondata da un paesaggio vasto e pianeggiante che d'estate si colora con il giallo dei girasoli. La pianta ottagonale e il chiostro che la circonda la rendono diversa da qualsiasi altra chiesa romanica.

Il mistero tuttora non chiarito riguardo alle sue origini e l'interno inquietante suscitano molto interesse per questo tempio che fu ospedale di pellegrini, camera mortuaria, faro per i viandanti, luogo di culto cristiano e santuario per coloro che invocano forze esoteriche.

Lasciatevi sorprendere dalla sua geometria enigmatica e dall'interno impressionante, e cercate di indovinare il senso del nome, infatti Eunate in euskera (lingua basca) significa "cento porte".

A Mururzábal (Valle di Valdizarbe), lungo il tratto di Tolosa del Cammino di Santiago, poco prima di congiungersi a Puente la Reina con quello proveniente da Orreaga/Roncesvalles, si innalza, solitaria e imponente, la chiesa di Santa María de Eunate: un raro esempio di architettura romanica, bello e suggestivo, dichiarato monumento nazionale. Fu costruita nel 1170, ma le origini sono tuttora ignote, anche se alcuni storici hanno indicato la possibilità che sia opera dei templari successivamente adibito ad ospedale dall'ordine di San Giovanni, mentre la tradizione popolare ne attribuisce la costruzione ad una regina o nobile signora che la fece edificare come cappella funeraria.

Il rinvenimento di tumuli tra le colonne del chiostro e dei resti di una sepoltura dinanzi alla porta di ingresso, tra i quali c'era una conchiglia da pellegrino hanno confermato che fu chiesa cimiteriale di pellegrini.

L'insieme a pianta ottagonale, come il Santo Sepolcro di Gerusalemme e altre due costruzioni lungo il Cammino di Santiago, è circondato da una bella galleria porticata con 33 archi che poggiano su capitelli decorati. L'armonia della pianta ottagonale è interrotta dall'abside pentagonale e da una piccola torre a pianta quadrata addossata dal lato dell'altare maggiore. Sui muri esterni si alternano finestre traforate e altre cieche, mentre vi sono due porte di accesso: quella a nord di fronte al Cammino è molto decorata, mentre l'altra verso ponente è più semplice.

Si può percorrere tranquillamente la galleria prima di passare all'interno del tempio, semplice e con alcuni elementi di influsso arabo. Una volta abituati gli occhi alla scarsa luce che filtra all'interno, si percepiscono la spiritualità e il raccoglimento che avvolgono la chiesa. Nei massicci muri di blocchi squadrati di pietra si distinguono due altezze e in ogni angolo si sovrappongono due colonne. La sobrietà dell'interno è solo apparente, in quanto le colonne presentano 26 capitelli decorati. La volta ottagonale è sostenuta da 8 costoloni con angoli diversi, il che mette in evidenza che gli otto lati del tempio sono disuguali. Nell'abside a forma semicircolare, dalla grande ricchezza architettonica, si trovano gli elementi scultorei più antichi della chiesa.

Molto vicino a questa chiesa medievale, ad Olcoz, sorge la Chiesa di San Miguel, con una facciata identica a quella di Eunate, ma invertita. Narra infatti la leggenda che un maestro marmista al quale era stata affidata la costruzione della facciata di Eunate, se la prese perché, in sua assenza, un gigante con poteri soprannaturali aveva eseguito l'opera.

L'abate sfidò il marmista a fare la stessa opera nello stesso periodo di tempo, cioè tre giorni: aiutato da streghe, serpenti e avvalendosi di incantesimi, ci riuscì e il risultato fu una facciata identica, ma invertita. Quando il gigante la vide si infuriò e la colpì con tanta forza da farla volare fino ad Olcoz.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Otoño:

  • Del 22 de septiembre al 31 de octubre: de martes a viernes, de 10:30 a 13:30. Sábados y domingos, de 11:00 a 13:00 y de 16:30 a 18:30. Lunes ,cerrada.
  • Del 1 de noviembre al 21 de diciembre: solo para grupos, concertando con antelación.

Invierno: Sólo para grupos concertando con antelación.

PREZZI

Precio entrada:1,00 €

Osservazioni:jubilados, parados, niños y peregrinos con credendial, 0,50€

Visita guidata

Descrizione: interior de la iglesia y su atrio.

Prezzo visita:

  • Grupos concertados (menos de 25 personas): 80€/visita.
  • Grupos concertados (más de 25 personas): 3€/persona.
  • Visitas individuales: 3€; reducida, 2€ (niños de 6-12 años, jubilados, parados, peregrinos con credencial).

Gestore:

Navark: info@santamariadeeunate.es

Orario - Todo el año:

  • Grupos concertar con antelación.
  • Mayo, junio, septiembre y octubre: sábados y domingos, a las 13:30 y a las 18:30.
  • Del 1 de julio al 30 de agosto: todos los días, a las 13:00 y a las 18:30.
  • **No se permiten visitas guiadas por guías o agencias ajenas al servicio de la iglesia en ninguna época del año.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.