Organizzare il viaggio

Dolmen del Portillo de Enériz e Mina de Farangotea

Monumenti megalitici

Multimedia

Dólmenes de Artajona

El tiempo


A quasi 4 chilometri da Artajona, su un piccolo colle sul quale nell'età del bronzo sorgeva un villaggio, si trovano i dolmen Portillo de Enériz e Mina di Farangotea, uno degli esempi più importanti della cultura megalitica della regione che offre l'opportunità di viaggiare indietro nel tempo fino alla preistoria.

Entrambi sono sepolcri costruiti con grandi pietre che attestano che ad Artajona esisteva un insediamento già migliaia di anni fa. I dolmen si possono raggiungere percorrendo un sentiero ben segnalato che parte dalla parte posteriore del cimitero di Artajona; comunque si può anche arrivare in macchina fino al dolmen Portillo de Enériz che dista circa 800 metri da quello denominato Mina de Farangotea.

I dolmen di Artajona rappresentano un esempio singolare della cultura megalitica della regione in quanto sono i più meridionali: infatti questi monumenti preistorici sono numerosi nella zona montuosa, anche se sono di piccole dimensioni. I dolmen di Artajona si trovano su un piccolo colle nel quale nell'età del bronzo sorgeva un villaggio, e le loro grandi dimensioni presentano una certa somiglianza con quelli rinvenuti nella regione La Rioja, nella provincia di Álava nei Paesi Baschi e al nord della zona della Meseta.

Si tratta di due dolmen del tipo "a corridoio" formato da pietre di grandi dimensioni (megaliti) che furono rinvenute negli anni '50. Presentano una lastra di separazione e una doppia camera e sono situati su tumuli di 20 metri di diametro per 2,5 metri di altezza.

Nel dolmen Portillo de Enériz si possono distinguere due parti: la camera mortuaria, cioè il sito in cui venivano seppelliti i morti, formata da 9 grandi lastre situate in posizione verticale e il corridoio, composto da 6 lastre più piccole. Il dolmen Mina di Farangortea ha la stessa struttura, ma è più piccolo e nella parte posteriore la lastra del centro è perforata per consentire l'accesso.

Entrambi erano coperti da rami e argilla. Nei pressi di questi dolmen sono stati rinvenuti punzoni di rame, bottoni, pezzi di ceramica, asce, punte di frecce, perline di collane, e attualmente questi reperti sono esposti presso il Museo della Navarra.

Per raggiungere i dolmen si può percorrere il sentiero che parte dalla parte posteriore del camposanto di Artajona, a nord del paese, oppure la strada locale che conduce a Tafalla. Un cartello indica che i dolmen di Artajona si trovano ad una distanza di 3,6 km che si può percorrere in macchina. Il dolmen Portillo di Enériz si trova a 40 metri dal parcheggio in cui sono allestiti alcuni pannelli informativi e panche in legno, mentre il dolmen Mina di Farangortea dista 850 metri lungo un sentiero ben segnalato. L'accesso è gratuito ed è conveniente portarsi l'acqua in quanto non vi sono fontane nella zona.

Un po' più a nord, su un poggio al quale è difficoltoso accedere, noto come Gazteluzar, si trovano i resti di un sito archeologico dell'età del ferro denominato El Dorre: un insediamento che, a quanto pare, fu costruito da una popolazione indoeuropea avanzata che viveva in case in muratura.

[+ Vedi scheda completa]

Sapevi che...?

Este recorrido es uno de los 30 seleccionados como senderos imprescindibles de Navarra.

Luogo

Orario

Todo el año: acceso libre.

PREZZI

Osservazioni: acceso gratuito.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.