Organizzare il viaggio

Valle della Ultzama

Valli

El tiempo

Caballos en Ultzama
Qual è il luogo in cui si può al tempo stesso praticare il trekking, perdersi in un bosco millenario, giocare a golf tra le querce, montare a cavallo o degustare una tipica cagliata...? In una valle ondulata le cui infinite tonalità di verde danno migliaia di sfumature a prati e boschi, in una valle in cui i paesini dai grandi casolari con gli ampi balconi pieni di fiori sembrano tracciati con cura e delicatezza dal pennello di un pittore. Si tratta della Ultzama, una valle tranquillo della Navarra, che seduce per i paesaggi e conquista con la squisita cucina, dove i protagonisti sono la carne e i funghi.

La valle della Ultzama, il cui capoluogo è Larraintzar, si trova nella zona nordovest della Navarra, a 25 chilometri da Pamplona. Si tratta di una valle idillica dai prati verdi, circondata da boschi di querce e di faggi, costellata da paesini dall'estetica particolarmente curata. Vale la pena visitarli e di osservare le grandi case di pietra dai tetti a due falde, con le porte a tutto sesto, enormi cornicioni e ampi balconi lungo tutta la facciata.

Tutte le località sono degne di essere visitate, ma se il tempo stringe, da Eltso-Gerendiain e da Guelbenzu si possono ammirare splendidi panorami della valle della Ultzama e Basaburua, delle Malloas o della sierra di Aralar.

Se la visita non è frettolosa, da non perdere le case con lo stemma nobiliare di Zenotz ed Eltso-Gerendiain o una passeggiata nei centri storici di Eltzaburu e Arraitz. Da ammirare la piazza aperta sulla chiesa della frazione di Ilarregi, la prospettiva che offre la via di Iraitzoz e lo splendido insieme costituito dalle case allineate su una delle rive del ruscello ad Auza. Nelle vicinanze di questa località, andando verso Eltzaburu, si trova una strada che porta alla Yeguada della Ultzama: 120 ettari dedicati all'allevamento di purosangue da corsa.

La valle possiede interessanti esempi artistici, quali la chiesa di Urritzola-Galain, le sculture lignee mariane di Belate, ad Alkotz o le fonti battesimali di Ilarregi e Larraintzar. In breve, è un ambiente iddilliaco che offre un'attività speciale per qualsiasi stagione: riposare accanto al fuoco nei freddi mesi invernali, scoprire il risveglio della natura in primavera, passeggiare lungo i numerosi sentieri nei mesi estivi o godersi la magnifica tavolozza di colori che regala l'autunno.

Il bosco di Orgi
Coloro che visitano la valle della Ultzama non devono perdersi una rilassante passeggiata nel bosco di Orgi, che si trova ad sud, vicino alla strada che porta da Lizaso a Eltso-Gerendiain. Si tratta di un bosco millenario di 80 ettari, esempio unico degli antichi querceti che ricoprivano le valli umide del nord della Navarra.

Grazie alla sua enorme varietà è stato dichiarato Area Naturale Ricreativa. Ospita esemplari centenari di querce peduncolate e un fitto sottobosco di agrifoglio, sambuco nero e biancospino, oltre a una varia avifauna minore.

Il visitatore può percorrere tre passeggiate naturalistiche con pannelli informativi, per un totale di 2,2 km, per godere di questo ambiente naturale. Esistono inoltre altri modi originali di percorrerlo ad esempio in carretta.

Parco micologico di Ultzama
Si tratta di un progetto pionieristico il cui scopo è quello di evitare la massificazione e l'abuso nella raccolta dei funghi in questa valle (5.800 ettari). Gli appassionati a questa attività dovranno munirsi dell'apposito permesso per la raccolta che costa 5 € per un massimo di 8 chili di funghi.

Il parco micologico dispone inoltre un centro di informazioni a Alkotz, presso il quale vengono fornite delucidazioni sulle numerose specie commestibili della zona e si possono anche chiarire eventuali dubbi sui funghi raccolti.

Attività sportive
La passeggiata all'interno del bosco di Orgi è completata da altri tre sentieri che collegano il querceto al resto della valle: Orgi (8,4 km e pedonale), Amati (10,5 km e pedonale) e Gurbil (18 km pedonale e per biciclette).

Oltre al trekking, si possono fare gite a cavallo ad Auza, oppure si può visitare il Club di Golf della Ultzama a Eltso-Gerendiain, progettato dall'architetto Javier Arana, il più famoso designer di Campi da golf della Spagna. La caratteristica principale del percorso è la presenza costante di roveri che mettono a prova l'abilità dei giocatori.

Il passo di Belate
Il nord della valle è segnato dal passo di Belate, sul confine con Baztán. Fin dai tempi molto antichi, Belate rappresentava un importante nodo di comunicazioni. Da qui passava l'antica strada medievale che collegava Pamplona e Bayona ed uno dei percorsi del Cammino di Santiago. Testimone di questo passato sono i resti dell'antica carreggiata utilizzata dai pellegrini, quelli dell'eremo di Santiago, del XII secolo, o il restaurato monastero-ospedale di Santa María de Belate, di cui esistono documenti risalenti all'anno 1165. Da Belate partono alcuni dei percorsi più interessanti delle montagne della Navarra verso le vette di Gartzaga, Saioa e Adi.

Feste e gastronomia nella valle della Ultzama
La prima domenica di giugno si svolge ad Iraitzoz il pellegrinaggio verso l'eremo di Santa Lucia, che si trova sulla cima del monte Arañotz: i pellegrini si accomodano nei prati per pranzare e trascorrere un pomeriggio tranquillo.

Per completare la visita della valle, nulla di meglio che degustare le famose carni, i funghi pregiati, il miele artigianale e il piatto tipico della zona: la cagliata, preparata con latte di pecora e nella quale si immerge una pietra incandescente per darle il peculiare sapore tostato. Questo dolce squisito si può servire nel kaiku, il recipiente di legno utilizzato anche per mungere e cuocere il latte.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Autorizzazioni: 

Necesario para la recolección de setas. Solicitud de permisos: en el Punto de información micológico de Alkotz (948 305 300 / 671 814 005, info@parquemicologico.com)

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.