Organizzare il viaggio

Valle di Belagua

Valli

Multimedia

Belagua desde Yeguaceros
Valle de Belagua
Valle de Belagua
Vídeo Valle de Belagua en invierno
Visualizza tutte le foto

El tiempo

Belagua desde Yeguaceros
La valle di Belagua costituisce il principale ecosistema della Valle di Roncal, le cui cime oscillano tra i 1.100 metri del cosiddetto Rincón de Belagua e i 2.428 metri della Mesa de los Tres Reyes, la vetta più alta della Navarra.

Situata a nord della Valle di Roncal, al confine tra Navarra, Francia e la provincia di Huesca, si trova la Riserva naturale di Larra, il più rappresentativo e particolare degli ecosistemi dei Pirenei, che è uno dei siti morfologici carsici più rilevanti d'Europa.

Alla Valle di Belagua si accede da Isaba percorrendo una strada che porta alla Piedra de San Martín, a più di 1.750 metri di altezza, dove ogni anno il 13 luglio si svolge tradizionale Tributo delle Tre Mucche. Lungo questo sentiero vi sono luoghi appartati, precipizi, riserve, montagne, piste da sci, dirupi, boschi, cascate, flora e fauna: tutta la freschezza dei Pirenei.

Le cime più alte e note dei Pirenei della Navarra - la Mesa de los Tres Reyes, Ukerdi, Budogia, Txamantxoia, Lakartxela- e altre nelle vicinanze come quella di Anie, Petrechema o Acherito, dominano questa ampia valle dove da secoli convivono in perfetta armonia esseri umani, animali e boschi.

Pecore, mucche e cavalle pascolano nelle terre del comune, mentre i siti più appartati sono abitati da orsi, camosci, marmotte, ermellini, pernici, aquile reali, picchi o gipeti, alcuni in pericolo di estinzione. Vari luoghi all'interno di questa ampia valle sono protetti dalla legge a causa della loro importanza dal punto di vista ecologico.

Passeggiando nelle riserve naturali di Larra e Aztaparreta o di Ukerdi si ha la possibilità di ammirare il volo delle aquile, dei galli cedroni o dei gipeti, l'agile andatura dei camosci oppure la divertente insolenza delle marmotte. Inoltre, in questa zona risalta il contrasto provocato dal pino nero tra le rocce di Larra, o dalle ombre degli enormi abeti e faggi che circondano il dirupo di Aztaparreta.

A Belagua gli amanti degli sport all'aria aperta possono scoprire un vero e proprio paradiso. Oltre alla pratica dell'alpinismo - si tratta, infatti, di un luogo ideale per iniziare le scalate di cime al di sopra dei 2.000 metri - viene offerta un'ampia gamma di sport fra i quali non c'è che l'imbarazzo della scelta. Con l'arrivo della bella stagione si possono percorrere in bicicletta sentieri di montagna, scendere lungo dei burroni o ammirare da un parapendio la vista di splendidi paesaggi. In inverno, Belagua mette a disposizione 22 chilometri per lo sci di fondo, suddivisi in sette piste segnalate. Inoltre c'è la possibilità di passeggiare nei boschi con racchette da neve.

Nella località di Larra bisogna stare attenti alle numerose voragini. La più nota e amata dagli speleologi, denominata Piedra de San Martín, è una delle più alte d'Europa, con una caduta verticale che supera i 1.200 metri. All'interno possiede una spettacolare ed enorme sala, la Sala de la Verna, a cui si accede dalla località francese di Sainte-Engrâce e dove si offrono visite guidate. Questa sala ha un'ampiezza di 160 metri, è larga circa 200 metri, e, in alcuni punti, alta più di 160 metri. Inoltre, in una delle estremità presenta una cascata che supera gli 80 metri di altezza.

Dopo aver visitato Belagua, non bisogna perdere l'occasione di conoscere i paesi della Valle di Roncal: Isaba, Roncal, località natale di Julián Gayarre o Burgui, con il Museo dell'Almadía (grande zattera per il trasporto fluviale dei tronchi). Si possono visitare i caseifici di Burgui, Vidángoz e Uztárroz, dove si trova il Museo del Formaggio e della Transumanza.
[+ Vedi scheda completa]

Sapevi che...?

Il belvedere di Larra-Belagua, situato al chilometro 17 della strada NA-137, È una delle 35 risorse selezionate per l'Itinerario dei Paesaggi della Navarra. Acqua e Belvedere.

Luogo

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.