Organizzare il viaggio

Valle di Baztan

Valli

El tiempo

Valle de Baztan
Incassata nei Pirinei atlantici, tra i valichi di Belate e di Otsondo, la valle di Baztan è il comprensorio più vasto della regione, con una superficie di 364 chilometri quadrati. Ne fanno parte quindici località: Oronoz-Mugaire, Arraioz, Irurita, Almandoz, Berroeta, Aniz, Ziga, Lekaroz, Gartzain, Elbetea, Arizkun, Azpilikueta, Erratzu, Amaiur ed Elizondo, capoluogo della valle.

È una valle che è stata terra di nobiluomini e di emigranti arricchitisi in America, che tornarono da oltremare con grandi fortune che investirono nella costruzione di grandi dimore. Per questa ragione sono numerosi i palazzi e le case coloniche in pietra rosata con grandi balconate, monasteri e ponti medievali su fiumi dal corso tortuoso, angolini incantevoli circondati da prati, colline e boschi suggestivi, monumenti megalitici e grotte… Anche i pellegrini, le streghe e i contrabbandieri vi hanno lasciato la loro impronta che oggi si può rintracciare seguendo diverse itinerari: il Cammino di Santiago nel Baztán, l'itinerario delle streghe e il sentiero dei contrabbandieri che collega le grotte di Urdax, Zugarramurdi e Sara.

Baztán propone un'infinità di possibilità: sentieri facilmente percorribili in quanto in questa zona le creste dei Pireneideclinano dolcemente verso il mare e il clima è temperato e umido, musei per tutti i gusti, mulini tuttora in funzione, una cucina squisita e le tradizioni conservate nel corso del tempo. Molti casolari sono stati trasformati in accoglienti case rurali dove il visitatore può conoscere da vicino il carattere gentile della gente della valle di Baztán e i loro usi e costumi.

La valle di Baztan presenta un profilo segnato dalle vette di circa mille metri di altezza che fanno da cornice a casolari e ricoveri per il bestiame che costellano i pendii sui quali gli animali pascolano tranquillamente. La migliore vista panoramica della zona si può godere dal belvedere del Baztan situato a Ziga. Dal colle di Otsondo, a 600 m. di altitudine, si ha una vasta prospettiva verso il versante della costa. Da una stradina sulla destra si accede alla cima del monte Gorramendi con viste panoramiche altrettanto impressionanti.

Dopo aver contemplato il panorama, vale la pena di addentrarsi nella valle per conoscerne da vicino le molteplici attrattive. L'impronta della storia è presente in ogni angolo della valle. I gruppi di dolmen di Izpegi o i megaliti di Erratzu-Alduides testimoniano l'esistenza di insediamenti preistorici, mentre le numerose torri fortificate e i palazzi dei capostipiti delle casate più importanti ricordano i continui scontri di frontiera del tardo Medioevo. Per la loro singolarità spiccano: la casa Jaureguizar ad Arraioz, il palazzo-fortezza Ursúa ad Arizkun, i palazzi Jarola ed Ascoa ad Elbete, il palazzo Arizkunenea (adibito a Casa della Cultura) o la casa Puriosenea (che ospita il museo Baztan ) ad Elizondo.

Un altro aspetto importante di questa valle è il rapporto con il Cammino di Santiago. I pellegrini provenienti da Bayonne (Francia) attraversavano i Pirenei occidentali dal colle di Dantxarinea e si addentravano in questa valle. Sono muti testimoni di quell'epoca costruzioni quali la chiesetta rurale di Santiago ad Azpilikueta o l'ospedale dei pellegrini ad Elizondo. L'arte religiosa del Baztán è caratterizzata dalla monumentalità e da alcune opere di grande valore come la chiesa cinquecentesca di San Lorenzo a Ziga, nello stile instaurato dal celebre architetto Herrera.

In questa valle le leggende e i personaggi mitologici spesso si mescolano con quelli reali, sempre con un alone di mistero. È il caso degli agotes, un'etnia dalle origini incerte che si può scoprire ad Arizkun, dove si può visitare il Parco delle sculture di Xabier Santxotena.

Un'altra attrattiva di questa valle pirenaica è il trekking. Tra le infinite proposte spiccano l'itinerario Abartan, un percorso di 12,60 km. testimone di una millenaria cultura di pastori che parte da Ziga o la passeggiata della cascata di Xorroxin, che conduce ad un vistoso salto d'acqua circondato da un paesaggio dalla vegetazione esuberante.

Nella valle di Baztán si parla normalmente euskera (lingua basca) e si conserva anche un ricco patrimonio folcloristico sono stati conservati strumenti musicali ancestrali quali la txalaparta, nonché le danze ballate al suono del txistu e del tamburello in occasione delle feste. Non mancano le fiere di bestiame, il carnevale, le partite di pelota basca o la festa della valle, denominata Baztandarren Biltzarra che si svolge a luglio.

Questa zona così ricca farà le delizie dei più golosi. Infatti ad Elizondo si produce il migliore cioccolato alle nocciole di tutta la Navarra ed è possibile sentirne il profumo invitante mentre si passeggia nelle vie della località. È praticamente impossibile resistere a questa dolce tentazione.

  • Itinerario consigliato per scoprire i dintorni della valle di Baztán.
  • [+ Vedi scheda completa]

    Sapevi che...?

    Il belvedere del Baztan, situato accanto alla strada NA-2540, a 2 km da Ziga, è una delle 35 risorse selezionate per l'Itinerario dei Paesaggi della Navarra. Acqua e Belvedere.

    Luogo

    PREZZI

    Osservazioni:consultar

    Visita guidata

    Descrizione: visitas guiadas para particulares y grupos por el Valle de Baztan (posibilidad de realizar diferentes recorridos por el valle)

    Gestore: Baztan Tours 948 452 652 / 628 019 893 www.baztantours.com baztantours@gmail.com

    Baztantrek 696 133 686 / 948 453 276
    Navarra al Natural 628 649 249
    Jauregiarte 652 162 103

    Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.