Organizzare il viaggio

Valle di Aezkoa

Valli

El tiempo

Abaurrea Baja. V. Aezkoa
La valle di Aezkoa, al riparo dei Pirenei, è un ampio manto verde, con un'estensione che supera i 12.000 ettari di bosco. Vi sono compresi nove comuni, tra cui Abaurrea Alta, detta il balcone di Aezkoa in quanto è la località con la maggiore altitudine della Navarra.

La principale attrattiva di questa valle è la foresta di Irati, una delle estensioni di boschi di faggi e di abeti più grandi d'Europa. La natura, i tipici hórreos dichiarati Beni d'interesse culturale (granai su pilastri per proteggere il grano dai roditori e dall'umidità), le grotte nascoste, i dolmen, le chiesette rurali, le stele... sono tratti distintivi di questa valle.

Qui i paesi sembrano da cartolina, con i casolari dalle tegole rosse e i ponti di pietra, circondati di montagne e strettamente legati all'allevamento e allo sfruttamento forestale. Il passato industriale dei Pirenei della Navarra ha lasciato la sua impronta particolare nelle rovine della fabbrica d'armi di Orbaitzeta, dove in tempo di guerra si producevano armi per l'esercito di Carlo III.

La valle pirenaica di Aezkoa si trova nella parte nord-orientale della Navarra e vi appartengono le località di Garaioa, Aribe, Garralda, Aria, Hiriberri/Villanueva de Aezkoa, Orbara e Orbaitzeta, Abaurrea Alta e Abaurrea Baja, che attirano i visitatori per il paesaggio e la tipica architettura popolare. In questo comprensorio in cui il rilievo è caratterizzato da una trama sinuosa di dirupi e di montagne, sorgono 4 delle 10 località a maggiore altitudine della Navarra e Abaurregaina/Abaurrea Alta, situata a 1035 metri, è la più elevata di tutte. Da questo belvedere naturale, si possono ammirare splendide viste panoramiche dei Pirenei.

Un altro sito da cui si domina il comprensorio dall'alto è il belvedere di Ariztokia. Sulla strada da Aribe ad Oroz-Betelu, a 2 km da Aribe, questo poggio offre una splendida vista panoramica sull'immensità della valle, opera del fiume Irati, coperta dal folto querceto di Betelu, uno dei boschi di farnia più interessanti d'Europa. Oltre alle viste mozzafiato, questa valle offre altre numerose attrattive quali, tra le altre, la foresta Irati, l'itinerario degli hórreos, la fabbrica di armi o il Giardino delle stele .

La foresta di Irati
Ha un'estensione di 17.000 ettari, al nord di Aezkoa e Salazar e tradizionalmente è stata apprezzata per la sua bellezza e per le riserve di legna. Ospita una gran varietà di uccelli quali fiorrancini, regoli, fringuelli, pettirossi, ecc. e altra fauna come volpi, cinghiali, caprioli e cervi. I bramiti di questi ultimi si possono ascoltare in autunno durante il periodo degli amori.
Nella foresta di Irati vi sono tre spazi protetti: le riserve naturali di Mendilatz y Tristuibartea e la riserva integrale di Lizardoia; quest'ultima è quella di maggiore interesse ecologico, poiché conserva aree di bosco incontaminato di faggi e di abeti, nel quale vive una gran varietà di specie animali.

Al confine nordoccidentale si trova la torre romana di Urkulu, eretta nel I secolo per commemorare l'annessione della Gallia e della Spagna all'Impero Romano. Nei pressi si può ammirare il gruppo megalitico di Azpegi .

Il el pico de Ori domina l'estremo nordorientale della foresta di Irati, noto anche come il "duemila metri" più occidentale dei Pirenei. In questa zona si possono praticare vari sport quali trekking, scalata sul ghiaccio, discesa di canyon e sci di fondo. Inoltre, vengono proposte escursioni nel bosco e nelle valli dei Pirenei. Gli uffici del turismo mettono a disposizione del visitatore tutte le informazioni sulle varie attività.

La fabbrica di armi di Orbaitzeta
Dal paese di Orbaitzeta, parte una strada diretta al bacino di Irabia, nella foresta di Irati, ed una deviazione sulla sinistra conduce alle rovine dell'antica fabbrica di armi costruita nel Settecento per rifornire il corpo di artiglieri di Carlo III. La fabbrica sfruttava i vicini giacimenti di ferro, argento e piombo e l'abbondanza di acqua e legna. Fu oggetto di svariati saccheggi e incendi e venne chiusa nel 1873. Le rovine sono circondate da un paesaggio incantevole solcato dal fiume che si incanala sotto un'arcata di pietra.

Nel cuore del bosco si nasconde il bacino di Irabia, costruito nel 1921, un grande lago circondato dagli alberi. Esiste un sentiero che lo costeggia e arriva fino a Casas de Irati, ad ovest del bacino.

L'itinerario degli hórreos
Dei 22 granai di questo tipo, conservati nella Navarra, 15 si trovano in questa valle e sono stati dichiarati Beni d'interesse culturale. Presentano un tetto a due falde quasi privo di gronde, pianta rettangolare, pareti in muratura di pietrame. Sono eretti su pilastri di pietra piramidali o troncoconici sui quali poggiano lastre circolari. Queste costruzioni rurali avevano lo scopo di conservare le scorte di grano. A Orbaitzeta, Aribe, Aria, Hiriberri/Villanueva de Aezcoa e Garaioa vi sono interessanti esempi di queste costruzioni. Inoltre Aribe possiede un magnifico ponte medioevale sotto il quale scorre il fiume Irati.

Gastronomia e tradizioni
Ad Aezkoa non si può perdere l'occasione di degustare la ricca e varia gastronomia: la carne di bovino, il cinghiale o le trote, i dolci al latte, fra i quali spicca il formaggio di pecora e la marmellata di "abia" (mirtilli).
Durante il mese di maggio si svolgono pellegrinaggi che, partendo dai diversi paesi della valle, ogni fine settimana giungono a questa zona per venerare la Vergine di Orreaga/Roncisvalle.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Osservazioni

MIRADORES: instalados 7 miradores interpretativos con mesas panorámicas (información sobre paisaje, ecosistema, historia y gentes): Ariztokia, Abaurrea Alta, Abaurrea Baja, Azpegi, embalse de Irabia, Hiriberri/Villanueva de Aezkoa y ermita de San Joaquín de Aribe.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.