Organizzare il viaggio

La Sierra di Aralar

Montagne e catene montuose

El tiempo

Sierra de Aralar
La sierra di Aralar è una grande estensione di 208 km. quadrati tra la Navarra e la provincia basca di Gipuzkoa. È un grande massiccio carsico situato nella parte nord-occidentale della Navarra che presenta un paesaggio in cui crepacci, strette valli, grotte e doline si alternano a prati sempre verdi e faggeti dalle infinite sfumature a seconda della stagione.

Alla sierra di Aralar si può accedere da nord da Lekunberri, Iribas o Astitz e da sud da Uharte-Arakil, località nota per l'Artzai eguna, cioè il giorno dedicato al cane da pastore. Questa zona dei Pirenei della Navarra offre viste panoramiche indimenticabili in ogni stagione e molteplici possibilità di godersi la natura.

Sentieri con livelli diversi di difficoltà, passeggiate per salire a belvedere naturali quali il Santuario di San Miguel, sorgenti di corsi d'acqua che scorrono nascosti all'interno della sierra come l'Iribas, dolmen testimoni di vite passate, grotte nelle viscere di Aralar come quella di Mendukilo ad Astitz e leggende come quella di Teodosio Goñi... Insomma, un insieme di meraviglie che contribuiscono ad accrescere la magia di questo paesaggio pirenaico.

Gli splendidi boschi di Aralar e le zone adibite a pascoli fanno sì che questa zona montuosa acquisisca un notevole valore naturalistico: faggi, querce e noccioli crescono fiancheggiando i pascoli in cui brucano le pecore latxas (una razza autoctona) assieme a giumente e cavalli. Nonostante la natura sia la protagonista principale, anche la pietra svolge un ruolo importante, con una moltitudine di dolmen sparsi in tutta la montagna, splendide case come quelle di Madotz, Astitz o Baraibar, mulini come ad Aitzarrateta o chiesette come quello di Santiago di Itsasperri. Comunque indubbiamente il monumento più rilevante è il santuario medievale di San Miguel di Aralar, un luogo emblematico in cui sono custodite le catene che secondo la leggenda Teodosio de Goñi portava quale penitenza per aver ucciso i suoceri indotto dal diavolo e di cui fu liberato quando invocò San Miguel per sconfiggere il drago di Aralar. Secondo la tradizione porta fortuna passare tre volte sotto queste catene.

Sono vari gli accessi a questo sito pasando da angolini singolari. Il viaggiatore che risale da nord (valle di Larraun) da Lekunberri dopo 12 chilometri di percorso all'interno del faggeto, può soffermarsi nelle radure di Albi e contemplare il dolmen omonimo che si trova nei pressi. Al chilometro 13 ci si può fermare nel parcheggio e fare una passeggiata partendo dalla casa forestale - da cui d'inverno partono anche le piste di sci da fondo -; qui un sentiero sale in mezzo al faggeto fino a raggiungere la radura di Aralar. Dopo 6 chilometri di passeggiata, con un dislivello di 300 metri, si può scorgere la cima di Irumugarrieta e vedere uno dei numerosi dolmen che costellano tutta la montagna oppure le capanne dei pastori e il bestiame che pascola nei prati sempreverdi circondati da faggi, querce e felci.Da Lekunberri si può anche percorrere la Via Verde del Plazaola e godersi un paesaggio incantevole.

Nella stessa valle, da Iribas si può imboccare un altro itinerario indispensabile per conoscere la sierra. Un comodo sentiero di 5 chilometri consente di scoprire come le acque di Aralar hanno modellato il terreno calcareo alle sorgenti dell'Ertzilla e del Larraun.

Un po' più a sud della valle di Larraun, la grotta di Mendukilo, ad Astitz, consente di esplorare le viscere della sierra. Adibita per secoli a stalla per il bestiame, è stata recentemente allestita affinché i visitatori possano contemplare tre sale spettacolari, le cui dimensioni raggiungono 60 metri di lunghezza per 20 di altezza, con incredibili stalattiti e stalagmiti.

Chi preferisce raggiungere Aralar da sud può farlo partendo dalla Sakana. Da Uharte Arakil si può salire a piedi fino al santuario di San Miguel de Aralar, a meno di un chilometro di distanza, ma con quasi 400 metri di dislivello, in cui si possono contemplare i dolmen come quello di Arzabal. Per gli appassionati di reperti preistorici è stato allestito un itinerario tematico dal campeggio di Etxarri-Aranatz. Si tratta del sentiero dei dolmen, lungo quasi 15 km e di oltre 600 metri di dislivello che si snoda nei boschi di querce e di faggi e che consente di ammirare dieci monoliti.

  • Itinerario consigliato per scoprire i dintorni della sierra di Aralar.
  • [+ Vedi scheda completa]

    Luogo

    Visita guidata

    Descrizione: Con los guías de montaña y naturaleza de MIRUA observarás y escucharás; disfrutarás, en definitiva, de Aralar con los cinco sentidos. Opciones: - Hayedo y Karst de Aralar: 9 kms. / 300 m. desnivel / 3 horas. - Ruta de los Dólmenes: 3 a 14 kms / 50 a 400 m. desnivel / 3 a 5 horas. según itinerario elegido. - Cumbres de Aralar: 300 a 650 m. desnivel / 4 a 6 horas.

    Prezzo visita: Consultar

    Gestore: Mirua Actividades de Naturaleza T: 608 56 03 69 info@mirua.com  www.mirua.com

    Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.