Organizzare il viaggio

Ponte sul fiume Ebro

Opere di ingegneria

Multimedia

Tudela

El tiempo

Tudela
Il ponte sul fiume Ebro di Tudela è la via di accesso all'interessante retaggio artistico di musulmani, ebrei, mozarabi e cristiani. Passeggiando sui diciassette archi ogivali si può contemplare una bella veduta panoramica della città sulla quale si staglia la cattedrale di Santa Maria.

Venne costruita nel Medioevo, ma nel corso del tempo subì numerose ristrutturazioni per resistere alla furia dell'Ebro, il fiume con la maggiore portata della regione, che irriga una zona pianeggiante, rendendo fertile l'altrimenti arida terra del sud e consentendo di coltivare ortaggi dal sapore intenso, ingredienti indispensabili dei piatti tipici della regione.

Il ponte sull'Ebro è il primo esempio di architettura civile medioevale di Tudela al quali si giunge entrando nella città dalla NA-134 proveniente da Pamplona. Presenta diciassette archi ogivali a tutto sesto ed è lungo 360 metri. Offre una delle migliori vedute del capoluogo della Ribera, al sud della regione. Data la sua grande importanza strategica, fu scelto come simbolo e scudo della città.

La costruzione del ponte è strettamente legata alla storia e all'origine di Tudela. Gli arabi si insediarono in questo luogo attratti dalle terre fertili e dalla posizione strategica e nel IX secolo fondarono la città. Successivamente si decise di costruire il ponte, al fine di agevolare e controllare il transito dei mercanti e degli agricoltori da una sponda all'altra del fiume e di far fronte ad un'eventuale invasione.

In origine il ponte dell'Ebro era presieduto da tre torrioni di avvistamento, uno su ciascuna estremità e quello più alto al centro. Queste torri emblematiche vennero demolite nell'Ottocento e attualmente al loro posto vi sono due file di lampioni.

Le guerre, le alluvioni e il tempo hanno richiesto numerose ristrutturazioni: qualla più significativa è stata effettuata nel 1985 con il consolidamento dei pilastri e l'allargamento della strada. Una passeggiata sul ponte permette di rivivere il passato storico di una città che fu sottomessa al dominio arabo per 300 anni ed in cui per molto tempo convissero arabi, ebrei e cristiani.

Sull'altro lato del ponte il visitatore può visitare uno straordinario patrimonio culturale: la chiesa romanica della Magdalena, la cattedrale di Tudela, il Palazzo Decanal o palazzo del Marchese di San Adrián e molti altri edifici. Inoltre può scoprire la varietà e la ricchezza della gastronomia basata sui prodotti agricoli della zona: da non perdere la minestra de verduras.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Osservazioni

Il ponte è in stile medievale.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.