Organizzare il viaggio

Chiesa di San Nicolás

Chiese e chiesette rurali

Multimedia

Iglesia San Nicolás

El tiempo

Iglesia San Nicolás
La parrocchia di San Nicolás, del XII secolo, sorse non solamente per la celebrazione di atti liturgici, ma soprattutto come bastione militare e difensivo per gli abitanti del borgo in continua lotta con altri due borghi della città (Navarrería e San Saturnino).

Nel 1222, durante uno di questi scontri, un incendio distrusse l'originale chiesa-fortezza romanica e si dovette procedere alla costruzione di una nuova, che fu consacrata nel 1231. Situata nel centro storico, tra la piazza San Nicolás, la via San Miguel e il corso Sarasate, con le sue spesse mura, le cancellate e l'unica delle tre torri di osservazione ancora visibile, testimonia un passato scosso dai conflitti.

Entrando nella chiesa si resta affascinati da questo bellissimo esempio di gotico e dal grande organo barocco, il più importante di Pamplona. Uscendo, ci si ritrova immerso nel cuore dell'antica città medioevale, un crocevia di strade animate da negozietti tradizionali, botteghe di artigiani e numerosissimi bar. Durante il periodo invernale il calore dei venditori di castagne ambulanti riscalda la città.

San Nicolás è l'unica chiesa di Pamplona a possedere dei tratti romanici. Il gotico predominante all'interno è riconoscibile nella parte esterna solo su due porte, sull'abside e in alcune zone del muro alto. La maggior parte della chiesa romanica è nascosta dalle modifiche apportate da Ángel Goicoechea nell'Ottocento.

Inizialmente si poteva accedere alla chiesa solo da un'entrata dalla piazza San Nicolás. Con il tempo la città iniziò a svilupparsi anche nella direzione opposta e questo comportò l'urbanizzazione del corso Sarasate e la creazione di un'altra facciata (1888). Allo stesso tempo vennero costruiti la casa parrocchiale e il portico neogotico che circonda l'edificio a nord e ovest. Trattandosi di una costruzione militare ebbe varie torri: quella attualmente ancora visibile, con il campanile e i merli, è opera di José Martínez de Ubago ed è del 1924, data in cui la chiesa venne restaurata.

L'impostazione interna è tipica dell'architettura religiosa medioevale. La chiesa ha una pianta a croce latina, con tre navate con un coro alto e un'abside nella testata, sebbene la sua elevazione sia il risultato di varie fasi nell'ambito di un unico stile gotico.

Il tracciato, le volte a botte ogivali delle navate laterali e parte del muro centrale sono protogotici. Del XIV secolo sono le volte delle crociere della navata centrale, la crociera e il presbiterio con un crocifisso e i muri con le vetrate colorate. Tutte le pale d'altare vennero smontate dopo il restauro avvenuto nel 1982, anno in cui furono rinvenuti i resti di pitture medioevali.

Prima di lasciare la chiesa, non bisogna dimenticare di volgere lo sguardo al coro, nel quale spicca un grande organo barocco costruito nel 1769, considerato il più importante della città. Il 1 novembre si svolge il concerto in omaggio al musicista di Pamplona Pablo Sarasate.

Un'altra data chiave è il 3 febbraio, festa di San Biagio, il patrono protettore della gola. Secondo la tradizione popolare si porta del cibo in questa chiesa affinché sia benedetto dalla confraternita dei sacerdoti di San Biagio fondata nel 1339. Ogni anno in questa data si porta in processione nell'atrio della chiesa l'immagine del Santo e all'interno vengono benedetti i cibi. Nella piazza per tutto il giorno è possibile visitare il mercatino di roscos (pane a ciambella) e dolci tipici come i piperropiles e i caramelos, naturalmente tutti benedetti. Se si soffre di mal di gola, sicuramente scomparirà degustando questi dolci squisiti…

Di pomeriggio e fino a notte inoltrata questa zona si riempie di studenti diretti ai locali che si trovano su entrambi i lati della piazza, e soprattutto lungo le vie San Nicolás e San Gregorio.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Orario

Otoño:

  • Horario habitual: de lunes a sábado, de 9:30 a 12:30 y de 18:00 a 20:30. Domingos y festivos, de 9:30 a 13:30 y de 19:00 a 20:30.
  • Puente de El Pilar (del 12 al 15 de octubre)

    PREZZI

    Osservazioni: entrada gratuita.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche