Organizzare il viaggio

Museo del tartufo

Musei / Gastronomico

El tiempo

Museo de la trufa
Il primo museo nazionale dedicato a questo prodotto particolarmente pregiato si trova nella valle di Allín, a 11 km. da Estella-Lizarra e a 55 km. da Pamplona. All'interno di un moderno edificio, questo museo consente al visitatore di conoscere il mondo del tartufo attraverso vari supporti. Pannelli di contenuti, proiezioni multimediali interattive ed audiovisive, vetrine espositive ed una zona di vendita di prodotti costituiscono questo insieme monografico sul tartufo.

Contenuto del museo
Il tartufo è un fungo sotterraneo che vive vicino alle radici di alcuni alberi quali lecci, roveri, castagni e noci. Dal colore scuro e dall'aroma caratteristico, è un prodotto particolarmente pregiato nell'alta cucina ed una risorsa naturale della sierra de Lokiz. Per questo motivo il museo offre proiezioni con immagini di queste montagne calcaree i cui profili impressionanti sono stati modellati dall'erosione.

Una delle star dell'esposizione è l'albero consacrato alla coltivazione di questo fungo. Su questo stesso argomento informa l'audiovisivo "alla ricerca del tartufo". Un altro dei contenuti del centro è quello dedicato al ciclo biologico del tartufo. Maturano solo gli esemplari che sopravvivono ad elevate temperature e alla scarsità di precipitazioni. Anche se a volte si trovano tartufi giganti, in genere le dimensioni medie oscillano tra quelle di un chicco d'uva e quelle di una patata.

Negozio del museo
È uno dei pochi posti in cui si vende il tartufo della Navarra. Durante stagione del tartufo nero e del tartufo estivo, si vende anche il prodotto fresco. È disponibile un ampio assortimento di prodotti a base di tartufo quali olio, aceto, foie gras, salse, pasta, cioccolatini... e non manca una vasta scelta di conserve, liquori e vini della Navarra. In vendita anche libri sull'uso in cucina dei tartufi e dei funghi più pregiati e sulla loro coltivazione.

I più piccoli possono conoscere "trufita" e il suo habitat grazie alla postazione interattiva infantile del museo.

Il tartufo e la sua storia...
Il suo aroma caratteristico è impercettibile all'olfatto dell'uomo, per questo i raccoglitori in genere ricorrono ai maiali e ai cinghiali dotati di eccezionali capacità olfattive. Tuttavia, dal momento che in genere si mangiano parte del bottino trovato, mano a mano sono stati inseriti altri cacciatori ben addestrati: capre nella Cerdagne e cani in Spagna. I raccoglitori esperti, guidati dalla mosca del tartufo, sono in grado anch'essi di scoprire dove si trovano questi funghi.

Capaci di trasformare un piatto semplice in un piatto di lusso, sono particolarmente apprezzati nell'alta cucina. I più ricercati sono il "tuber melanosporum", noto come il diamante nero e il "tuber magnatum".

Anticamente gli venivano attribuiti poteri afrodisiaci. Gli egiziani lo mangiavano saltato e i greci allestivano un concorso gastronomico a base di tartufo nell'Atene del IV secolo a.C. Tuttavia, nel Medioevo non venne più consumato poiché lo si considerava una manifestazione del diavolo a causa del colore nero, dell'aspetto amorfo e del fatto che si trovasse nei boschi, dimora di streghe e di fattucchiere.

Nel Settecento, i cuochi reali rilanciarono questo prodotto, che è sempre stato molto apprezzato fino ai giorni nostri. Crudi o cotti, i tartufi nobilitano piatti come i timballi, si abbinano alla perfezione alla selvaggina o al fegato d'oca e arricchiscono le carni, le uova strapazzate e tutti i piatti in cui vengono serviti come contorno.

Attività relative al tartufo
La Navarra offre altre opportunità per scoprire questo fungo con appuntamenti annuali come la Fiera del Tartufo che si svolge sia a Estella-Lizarra che a La Valdorba nei mesi di novembre e di dicembre. In quest'ultima località, oltre a degustare i piatti elaborati con questo prodotto, viene effettuata una dimostrazione di raccolta del tartufo con l'aiuto di una scrofa. Sempre in questa valle si offrono visite guidate tematiche sul tartufo per gruppi in inverno e in estate.

Luogo

Orario

Invierno: sábados, domingos y festivos, de 10:00 a 14:00. Fuera de este horario, apertura para grupos concertados previa cita.
Trufaexperiencias, domingos hasta fineles de febrero, a las 11:00.

Otoño:

  • Del 21 de septiembre al 21 de diciembre: sábados y domingos y festivos, de 10:00 a 14:00. Fuera de este horario, apertura, bajo reserva.
  • Puente del Pilar (del 12 al 15 de octubre): horario sin cambios, salvo día 12 de octubre, de 10:00 a 14:00.
  • Día 1 de noviembre (festivo), de 10:00 a 14:00.
  • Puente de diciembre (del 1 al 10 de diciembre): horario sin cambios, salvo días 6 y 8, de 10:00 a 14.00.

PREZZI

Precio entrada: 2,00 €

Visita guidata

Descrizione: además de la visita guiada al museo, existe la posibilidad de realizar la actividad de Trufaexperiencia y Adiestraexperiencia. Duración, 2 horas aproximadamente.

Prezzo visita: adultos, 12€. Niños entre 5 y 12 años, 6€.

Gestore: Navark. Información y reservas 948 553 954,  info@museodelatrufa.com

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.