Organizzare il viaggio

Festa di maggio o maiatza

Feste, tradizioni e appuntamenti di interesse / Giorno tematico
Numerosi paesini della Navarra danno il benvenuto alla dea primavera gridando "Atentos! Oooohp!" (a Iturmendi) o "Arriba Mayo, tente tieso que yo me caigo" (a Larraona). Con questo rito - che consiste nell'innalzamento del tronco di un albero sulla cui cima si posano trofei, uova, ciambelline, monete, ecc. - si richiede la protezione dei raccolti. Questa tradizione è documentata fin dal XVI secolo, ma probabilmente risale al mondo pagano, e attualmente si tiene nel corso del mese di maggio.

Anche se si svolge in moltissime località, la festa più popolare è quella delle zone dette
  • Sakana (ad Iturmendi, Etxarri Aranatz, Bakaiku, sempre il 1 maggio)
  • Terra Estella (San Martín e Larraona il 7 maggio, Zudaire il 14 maggio e Murieta il 1 maggio)
  • la Ribera (Barillas, l'8 maggio).
L'albero prescelto (faggio o pioppo a seconda della località) viene tagliato e scortecciato qualche giorno prima dagli abitanti del posto.

Ogni paese presenta comunque la propria singolarità. Ad Iturmendi sono quasi 80 persone che collaborano per issare l'albero: un tronco di faggio di circa 19 metri di altezza. Ad Etxarri Aranatz e a Bakaiku si issa l'albero (denominato "maiatza") sulla sommità della sierra di Urbasa, come facevano anticamente i pastori per indicare che avevano portato le loro greggi a pascolare in altura. A Murieta si usa un fantoccio per rappresentare tutti i mali e poi è messo al rogo l'ultima domenica del mese. A Larraona tutti gli abitanti del posto, vestiti con i costumi tradizionali, partecipano al rito, seguito dal pranzo popolare e dalla musica per danzare.

I festeggiamenti durano tutto il giorno, perciò in qualsiasi località è possibile vivere insieme agli abitanti del posto l'emozione di issare l'albero che rappresenta maggio, cioè la primavera, per propiziare un raccolto abbondante!
[+ Vedi scheda completa]

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.