Organizzare il viaggio

Museo di Pablo Sarasate

Musei / Monografico

El tiempo

Sala de exposición
L'eredità donata dall'insigne violinista e compositore di Pamplona, Pablo Sarasate, alla città che gli diede i natali si può ammirare nel ristrutturato Palazzo del Condestable. Questo edificio storico, che sorge all'incrocio tra le vie Mayor e Jarauta, è l'unico esempio rimasto dell'architettura civile della Pamplona del Cinquecento.

L'edificio è stato allestito come Civivox e vi si svolgeranno varie attività culturali e di svago. È stato inaugurato con una mostra monografica in cui sono esposti oggetti relativi alla vita e all'opera di Sarasate (1844-1908), il musicista più famoso di tutti i tempi di Pamplona: un busto in bronzo, opera di Mariano Benlliure, un ritratto realizzato da José Llaneces, i suoi violini Vuillaume e Gaul & Bernardel o il suo inseparabile pianoforte Bechtein, rappresentano alcuni dei maggiori punti di interesse di questa visita.

L' esposizione
L' esposizione è suddivisa in quattro parti e vi sono esposti gli aspetti più significativi dell'eredità che il musicista - il cui vero nome era Martín Melitón - donò al Comune di Pamplona alcuni anni prima di morire, a Biarritz, nel 1908. Gli oggetti sono raggruppati in base a quattro temi: famiglia e amici, oggetti di uso personale, riconoscimento pubblico (regali, decorazioni e onorificenze) ed elementi musicali. Non mancano numerosi omaggi inviati da re e imperatori, partiture, opere e programmi musicali, portasigarette russi in smalto o orologi d'oro con catena, nonché la migliore collezione europea di bastoni da passeggio, che Sarasate amava sfoggiare.

Le informazioni cronologiche sono strutturate con il titolo "Enfant prodige", "Gli anni difficili", "La conquista della Germania" e "Consolidamento del mito". In queste quattro sezioni sono esposti elementi quali le fotografie dell'artista, dei suoi familiari e amici o i diplomi, nonché dati biografici e aneddotici. Spicca la riproduzione del violino con il quale fu premiato questo enfant prodige quando, a 13 anni, vinse il primo Premio di violino del Conservatorio di Parigi. L'originale purtroppo fu distrutto da un incendio in casa di un amico di Sarasate al quale lo aveva prestato. Un'altra curiosità in mostra è la caricatura di Sarasate pubblicata nella rivista Vanity Fair. L'incisione mette in risalto la figura elegante di Sarasate che era così vanitoso da imparare a memoria tutti i pezzi per i suoi concerti pur di evitare di portare gli occhiali di cui aveva bisogno.

La maggior parte di questi elementi fino ad ora erano custoditi presso il Museo municipale, ma ora il visitatore può amirarne altri appositamente raccolti per questa mostra, quali le cartoline che Sarasate scrisse al sua amico Alberto Huarte.
La presenza di Pablo Sarasate nel Museo è resa palpabile grazie agli "spot audiovisivi". Due luoghi in cui il visitatore potrà ascoltare le opere di Sarasate interpretate da ammiratori e musicisti di prestigio come Malikian, nonché vedere film e documentari.


Pablo Sarasate, autore di "El Zapateado" o "Aires bohemios", opere musicali eseguite nelle migliori sale da concerto del mondo, è figlio prediletto della città di Pamplona dal 1900. Recano il suo nome l'orchestra più antica della Spagna, un viale centrale della città, il Conservatorio Superiore di Pamplona, un Concorso Internazionale di Violino nel capoluogo della Navarra e uno splendido mausoleo dove riposano le sue spoglie nel cimitero della città che gli diede i natali.

Molto vicino a questo museo, senza uscire dal centro storico e, nello specifico, tra i numeri 19 e 21 di calle San Nicolás, si può leggere una targa commemorativa che indica il luogo esatto in cui nacque l'insigne musicista.

Il Palazzo Condestable
Questo palazzo cinquecentesco è uno dei beni di interesse culturale della Navarra. Si tratta di una casa nobile, esempio dell'architettura urbana di Pamplona, fatta erigere da Luis de Beaumont, IV Conte di Lerín e Capo delle milizie della Navarra. Nel corso della storia il palazzo è stato adibito a sede episcopale e anche a palazzo del Comune. Nel XXI secolo, dopo la realizzazione di importanti opere di restauro, questo palazzo riapre i battenti al servizio dei cittadini quale Centro Civico.

Il restauro realizzato ha restituito all'edificio l'aspetto originale recuperando l'originale balcone sull'angolo o l'arcata del secondo piano. Oltre a questi elementi, le zone più rilevanti del complesso sono il cortile rinascimentale, la sala medievale in stile gotico con gli archi e i muri originali e il piano nobile del palazzo: un vasto ambiente con tre saloni enormi che conservano le tracce della policromia originale.
[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Area WIFI 

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche

  • Località PAMPLONA ( 31001 )
  • Zona La Conca di Pamplona
  • Indirizzo Calle Mayor (palacio del Condestable) 2
  • Link interessanti
  • Telefono 948420100 - 948212575
  • Avvertenza Cerrado hasta nuevo aviso.