Organizzare il viaggio

Estella-Lizarra

Località

Multimedia

Estella. Puente de la Cárcel
Casco histórico
Santo Sepulcro
Vídeo Estella
Visualizza tutte le foto

El tiempo


Peregrino, visita esta bella ciudad en tren. Del 9 de mayo al 30 de junio y del 5 al 28 de septiembre.

Estella. Puente de la Cárcel
A metà strada tra Pamplona e Logroño, in una zona di contatto tra la Montagna e La Ribera, si trova Estella, città monumentale sorta lungo il Cammino di Santiago.

Già nel Quattrocento era nota come "Estella la bella" e continua a fare onore a questa denominazione: è infatti una città romanica che conserva palazzi, case signorili, chiese, conventi, ponti e magnifici edifici, grazie ai quali ha meritato il soprannome di "Toledo del nord".

La città, di 13.000 abitanti, sorprende il visitatore per la sua dinamica attività commerciale e il mercato del giovedì, il gusto per la musica e il teatro, e una gastronomia estremamente curata.

Passeggiando, si possono incrociare pellegrini e visitatori che vogliono conoscere le vecchie vie un tempo abitate dai franchi e dagli ebrei e rendersi conto che è tuttora attuale la frase scritta da Aymeric Picaud nell'XI secolo: "Estella è una città dal buon pane, eccellente vino, molta carne e pesce e ogni tipo di felicità".

Questa città sorge nel cuore del comprensorio omonimo, circondata da un anello di basse colline che la riparano dal vento: è una località allegra e cordiale che offre ai visitatori storia e arte, un'attività commerciale molto dinamica, un'eccellente gastronomia, una svariata programmazione culturale e tradizioni fortemente radicate.

L'influsso del Cammino di Santiago e della comunità ebrea -fu la terza in importanza dopo Tudela e Pamplona- avvolge tutta la città. Fu fondata nell'anno 1090 da Sancho Ramírez e visse il periodo di massimo splendore tra il XII e il XIII secolo. A questo periodo risale il Palazzo dei Re di Navarra, uno dei pochi resti di architettura civile di quest'epoca rimasti in Spagna, nel quale attualmente è allestito il Museo dedicato al pittore Gustavo de Maeztu. Il palazzo si trova nella piazza San Martín, dove ci si può dissetare alla fontana cinquecentesca detta "Fuente de los chorros", prima di proseguire.

Il ponte di San Martín (o del Azucarero) e quello del Cárcel, l'antico palazzo del Comune e la porta medievale di Castiglia sono altri esempi di architettura civile della città. Il punto di incontro della gente del posto è la piazza Fueros, circondata da magnifici edifici, due dei quali sono palazzi risalenti al Seicento. L'altra grande piazza è quella di Santiago, dove ogni giovedì mattina si svolge il famoso mercato.

Si può bighellonare tranquillamente per Estella-Lizarra per scoprire bei palazzi e case signorili, quali il palazzo della famiglia Eguía (XVI secolo), la villa signorile della famiglia Ruiz de Alda (XVII secolo), la casa Fray Diego di Estella-Lizarra, un palazzo plateresco cinqucentesco, il palazzo del Governatore (XVII secolo) che oggi ospita il Museo del Carlimo e gli archi gotici che coronano l'ingresso a negozi e foresterie per i pellegrini. Da non perdere la passeggiata nella via Mayor, che presenta edifici con lo stemma araldico e un palazzo barocco settecentesco al numero 41, l'edificio della Stazione (1927) e il palazzo di Luquin (XVII secolo).

Tra gli edifici religiosi, si possono visitare le rovine della chiesa medievale di San Pedro de Lizarra dove, addossata al muro a sud, si trova una stele romana. La chiesa di San Pedro de la Rúa, in stile tardo romanico, presenta la facciata del XIII secolo e il chiostro del XII secolo. Nella chiesa di San Miguel (XII-XIV secolo), spicca il magnifico portico con rilievi.

Meritano una sosta la meravigliosa facciata trecentesca della chiesa del Santo Sepulcro, le porte della chiesa di San Juan Bautista, l'antica sinagoga e attuale chiesa di Santa María Jus del Castillo, la chiesa di Nuestra Señora de Rocamador e la basilica di Nuestra Señora del Puy. Altrettanto interessanti sono i conventi di Recoletas, Santo Domingo, Santa Chiara, e San Benito, quest'ultimo ristrutturato e trasformato in un cinema multisala.

Si può anche fare una passeggiata nel parco Los Llanos, costeggiato dal fiume Ega, e quindi rinfrescarsi nell'Agua Salada, una piscina naturale con proprietà terapeutiche situata sulla sponda del fiume.

Il 24 di maggio Estella-Lizarra festeggia la Vergine del Puy. Alla fine di luglio, tutta la città si addobba a dovere per la Settimana Medievale, mentre il venerdì precedente alla prima domenica di agosto iniziano le feste patronali che durano sette giorni. La seconda quindicina di settembre è in programma la Settimana della Musica Antica e verso il 30 dello stesso mese si svolge la fiera del bestiame di Sant'Andrea.

E se si vuole tornare a casa appagando il palato, si possono acquistare i dolci tipici: le conchas del camino, le alpargatas (a base di pasta sfoglia), le rocas del Puy, la torta di Santiago, i sanchicos (bombon farciti), oppure i formaggi di tipo Idiazabal e il vino delle cantine visitabili della zona.

[+ Vedi scheda completa]

Luogo

Area WIFI: biblioteca (948 556 419).

Eventi di spicco

. Virgen del Puy (maggio)

. Semana medieval (luglio)

. Semana de música antigua (settembre)

. Ferias de San Andrés (novembre)  

 

 

.

Visita guidata

Descrizione: visita a los burgos fundacionales de Estella-Lizarra y a la iglesia de San Pedro de la Rúa.

Prezzo visita: consultar con las empresas.

Gestore: Navark 948 553 954 y  Nahiaz 609 372 816.

Servizi

  • Area da pic-nic
  • Banca
  • Bancomat
  • Bar
  • Centro commerciale
  • Centro sanitario
  • Cinema
  • Discoteca
  • Distributore di benzina
  • Farmacia
  • Giardino per bambini
  • Impianti sportivi
  • Internet
  • Medico
  • Piscina
  • Ristorante
  • Sferisterio
  • Sistemazione turistica
  • Spazio termoludico
  • Supermercato / negozio
  • Teatro
  • Ufficio Turistico
  • Visite guidate
  • Zona bagno

Osservazioni

el mercado semanal se celebra los jueves por la mañana.

Come arrivare e spostarsi

Salir de Pamplona por Zizur y tomar la A-12 dirección Logroño hasta la salida de Estella. En la rotonda girar a la derecha y seguir por la NA-122 hasta la tercera rotonda. En ésta girar a la derecha y continuar hacia el centro urbano.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.

Informazioni pratiche