Organizzare il viaggio

Funghi

Prodotti tipici

Multimedia

Setas rovellón
Revuelto de hongos
Buscador de hongos
Ensalada de hongos
Setas rovellón
I funghi erano molto apprezzati già nell'antichità e sembra che la raffigurazione più antica di un fungo sia quella rinvenuta in una pittura murale della tomba del faraone egizio Amemenhat, datata nell'anno 1450 a.C.

La Navarra è un vero e proprio paradiso micologico grazie all'abbondanza di specie. Il clima e la posizione geografica di questa regione fanno sì che questa sia una terra di diversità, anche per quanto riguarda questi prodotti. Le piogge autunnali favoriscono la crescita dei funghi e, quando il freddo è più intenso, dal nord occorre spostarsi verso le zone più miti della Ribera per trovarli.

Principali specie della Navarra
Le specie commestibili più apprezzate sono il Boletus aereus che di solito si raccoglie d'autunno nei boschi di querce, faggi e castagni e il Boletus edulis che cresce d'estate e d'autunno nei boschi di conifere e caducifogli. Indubbiamente, uno dei funghi più apprezzati e costosi è l'Amanita caesarea che di solito annuncia la fine della stagione.

Tra le varietà di funghi più richieste vi sono la Tricholoma georgi e la Clitocybe nebularis. La Tricholoma georgi è abbondante nella metà nord della Navarra, ma è difficile da trovare; in stagione gli abitanti dalla valle del Roncal li aggiungono alle "migas de pastor", che così acquistano un sapore eccezionale. La Clitocybe nebularis che cresce tra i bossi nei faggeti è più apprezzata di quella delle pinete perché presenta un certo gusto resinoso. In autunno, il re incontrastato è il Boletus aereus. Vedi piatto tipico con questo prodotto

Parco micologico di Ultzama
Si tratta di un progetto pionieristico il cui scopo è evitare la massificazione e l'abuso nella raccolta dei funghi in questa valle (5.800 ettari). I raccoglitori devono perciò pagare una quota compresa tra i cinque e i dieci euro giornalieri in funzione dei chili raccolti.

Il parco micologico dispone inoltre un centro di informazioni a Lizaso, presso il quale vengono fornite delucidazioni sulle numerose specie commestibili della zona e si possono anche chiarire eventuali dubbi sui funghi raccolti.

Attività micologiche
Al nord, la stagione inizia alla fine del mese di settembre. Ogni anno ad Elgorriaga si svolge una festa organizzata dalla confraternita dei funghi della Navarra in cui gli abitanti del posto e i visitatori possono conoscere in prima persona le proprietà gastronomiche di questo delizioso manicaretto. La zona nord della regione è ricca di faggeti e di querceti in cui crescono abbondanti le specie Lactarius delicious, Tricholoma terreum e si può anche trovare l'Amanita caesarea, detta anche regina dei funghi o fungo dei re.

Ogni anno, per gli appassionati di micologia vi sono vari appuntamenti da non mancare, come le Giornate dei funghi organizzate dall'Associazione del settore alberghiero della Navarra nel mese di ottobre, e alcuni ristoranti offrono menù speciali con questi ingredienti.

Nella Valdorba, la valle immersa nella quiete nei dintorni di Pamplona, vi sono vari itinerari micologici segnalati. Alla fine di ottobre e all'inizio di novembre, si allestiscono le giornate dei funghi della Valdorba e a dicembre la Fiera del tartufo, in cui una delle principali attività è la dimostrazione della ricerca dei tartufi con cani, maiali o cinghiali.

Anche Tudela, capoluogo della Ribera della Navarra, nel mese di novembre ospita le Giornate micologiche della Peña Beterri.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.