Organizzare il viaggio

Pacharán della Navarra

Prodotti tipici

Multimedia


Il pacharán è una bevanda aromatica casereccia nata nella Navarra, la cui denominazione proviene dall'antico termine della lingua basca basarana che indica le prugnole, i frutti con cui viene preparato questo liquore. Questi arbusti abbondano soprattutto nella Zona Media e nella Ribera e sono caratterizzati dalle spine e dai rami scuri e rugosi.

Questo liquore si elabora macerando nell'anice le prugnole, bacche piccole e rotonde, delle dimensioni di una nocciola, di colore nero-azzurro e dal gusto aspro. È formato da buccia, polpa e nocciolo e contiene vitamina C. La raccolto delle prugnole si effettua in autunno ed è fondamentale valutare la loro maturazione per favorire il rilascio del colore e delle altre sostanze.

Il risultato della macerazione del frutto nell'anice è un nettare dal colore rosso intenso, protetto da Denominazione Specifica dal 1988, a cui vengono attribuite fin dei tempi antichi proprietà medicinali che rafforzano lo stomaco e attributi astringenti in caso di disturbi intestinali. È noto, ad esempio, che la regina Bianca di Navarra (1385 - 1441) beveva pacharán per le sue qualità curative durante la malattia presso il monastero di Santa María de Nieva.

Questa bevanda viene spesso utilizzata come completamento di qualunque pasto genuinamente locale; il suo successo è garantito dal caratteristico sapore gradevole e dolce e dalla bassa gradazione alcolica. Alcune ditte della Navarra aggiungono a questa bevanda cannella, buccia d'arancia o chicchi di caffè per aumentarne la dolcezza.

Sapevi che...?

L'Indicazione Geografica Protetta è il più alto livello di riconoscimento europeo per quanto riguarda le denominazioni dei prodotti di qualità.

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.