Organizzare il viaggio

Itinerario della stregoneria

Grotte

El tiempo

Mapa Ruta Brujería
Nei Pirenei occidentali , superato Baztán e a poca distanza dalla frontiera con la Francia, sorge Zugarramurdi, il paese delle streghe, dove fantasia e realtà si mescolano per offrire all'immaginazione la possibilità di fare un appassionante viaggio a ritroso nel tempo.

La grotta, a 400 metri da Zugarramurdi, si può visitare fino al tramonto. Non contiene stalattiti né stalagmiti, né vi sono pitture rupestri sulle pareti. Tuttavia, presenta un'attrattiva quasi unica: infatti è avvolta da un alone di magia in quanto fino al Seicento qui si tenevano i cosiddetti akelarre, cioè i riti pagani in cui si suppone che uomini e donne celebrassero banchetti, danze e orge intorno ai falò, alla luce della luna.

In questo sito riecheggiano la storia e la leggenda. Vale la pena di scoprirlo e, per i più interessati al mondo della stregoneria, è stato anche allestito il museo delle streghe.

Zugarramurdi è un paesino di poco più di 200 abitanti nei Pirenei occidentali della Navarra, quasi al confine con la Francia, ed è una delle tappe dell'Itinerario della stregoneria. Le strade e le case bianche contrastano con le infinite sfumature di verde che colorano l'ambiente circostante. Uscendo dal paese, a solo 400 metri, si può scoprire un sito naturale dalla bellezza impressionante: il ruscello Olabidea - che sgorga nientemeno che dall'Inferno secondo la denominazione "Infernuko erreka", in lingua basca - ha scavato un tunnel naturale di 120 metri di lunghezza con un'altezza che raggiunge i 12 metri, e due gallerie sopraelevate.

La grotta non contiene stalattiti, né pitture rupestri, ma presenta comunque una singolare attrattiva per le grandi dimensioni e per la leggenda che la riguarda. Qui infatti risulta facile immaginare come si svolgessero gli akelarre e ambientare i racconti che parlano di stregoneria, di riti pagani e di banchetti di presieduti dal diavolo. Le varie denominazioni di questa grotta sottolineano il rapporto con questo mondo magico. Infatti, è nota come "Sorgin Leze" (grotta delle streghe) nel lato più aperto del tunnel e "Akelarre Leze" (grotta dell'akelarre) nella parte in cui si restringe.

Mito o realtà? Il fatto è che la storia ha legato per sempre il nome di Zugarramurdi alla stregoneria a causa del famoso processo del 1610. Le costanti dicerie riguardo all'elaborazione di pozioni, di incantesimi e alla stregoneria spinsero l'Inquisitore Valle-Alvarado a mettere sotto processo 40 sospettati a Logroño. Il Tribunale dell'inquisizione condannò al rogo 11 persone: cinque di queste morirono prima dell'esecuzione e fu bruciata la loro effigie. Una targa all'ingresso della grotta ricorda i nomi delle persone condannate.

Ogni anno il 18 agosto, cioè l'ultimo giorno delle feste patronali, si commemora il passato e si tiene il tradizionale zikiro jate, un pranzo popolare a base di agnello arrostito allo spiedo a cui partecipano 800 persone.

Un comodo percorso collega questa grotta a quella di Sara, quest'ultima oltre confine: è il cosiddetto Sentiero dei Contrabbandieri, di circa 6,75 km, segnalato da un cavallo dipinto di blu e si snoda senza difficoltà tra prati e boschi immersi nella quiete.

  • Itinerario consigliato per scoprire i dintorni della grotta di Zugarramurdi.
  • [+ Vedi scheda completa]

    Sapevi che...?

    "Las Brujas de Zugarramurdi", película dirigida por Alex de la Iglesia y protagonizada por actores de primera fila como Carmen Maura, Terele Pávez o Hugo Silva, rodada en gran parte en este escenario, fue premiada con 8 Goyas en 2014.

    Luogo

    Sentiero collegato: Sendero de las cuevas.

    PREZZI

    Precio entrada:4,00 €

    Osservazioni:niños (6-12 años): 2€. Descuento de 1€ por persona si se adquire entrada para el museo de las brujas y para las cuevas.

    Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.