Organizzare il viaggio

Itinerario della stregoneria

Cammino di Santiago
Etnografico, Tematica


Nel Cinquecento e nel Seicento la società della Navarra fu caratterizzata dai contrasti culturali e politici, e dalla tenace credenza nei miti e nelle leggende. Perciò spesso in quell'epoca le donne che usavano il potere della natura e la loro saggezza ancestrale per curare le malattie furono oggetto di accuse di stregoneria assolutamente infondate. La storia medievale della Navarra è quindi legata alle streghe, ai loro conciliaboli, alle pozioni, agli esorcismi e alle persecuzioni.

La Santa Inquisizione intervenne in più di 60 località di questa regione, soprattutto nelle zone di montagna, epicentro delle credenze relative alla stregoneria. L'isolamento favorì da un lato la conservazione di teorie sull'adorazione del diavolo e, dall'altro, l'uso di rimedi naturali come riferiscono i documenti dell'epoca. Tuttavia, fu l'immaginazione malevola ad attribuire a semplici guaritrici il potere di volare o di avere incontri con il diavolo, una fantasia acuita dai siti isolati, boscosi e spesso di difficile accesso in cui le erboriste raccoglievano le piante officinali.

La mappa della stregoneria della Navarra traccia una linea dal comprensorio di Sangüesa e Lumbier fino ad Améscoa (a nord di Estella-Lizarra), con qualche sito isolato verso Viana e Bargota. L'itinerario della stregoneria si suddivide in quattro percorsi per seguire un ordine logico nella conoscenza dei principali scenari di questo fenomeno. Vi sono siti di grande bellezza immersi in un alone di mistero che invitano i visitatori a viaggiare al mondo enigmatico dell'oscurantismo, senza tuttavia trascurare la possibilità di scoprire anche le tradizioni gastronomiche e l'autenticità di un ambiente che ha saputo conservare la propria essenza.

Itinerario della stregoneria:

  • Percorso 1. Le prime persecuzioni della stregoneria in Navarra: Valli di Roncal e Salazar e zona di Orreaga-Roncisvalle (Auritz/Burguete., Orreaga-Roncisvalle, Ochagavía, Burgui e Vidángoz).                                                                                 
  • Percorso 2. Frontiera, superstizione e stregoneria: Urdazubi/Urdax, Zugarramurdi, Baztán, Bertizarana, Cinco Villas (Zugarramurdi, Urdazubi-Urdax, Arraioz, Bera e Doneztebe-Santesteban).                                                          
  • Percorso 3. Montagne e grotte, tra la mitologia e la stregoneria: Anocibar, le valli di Larraun e Araitz, Leitzaran (Anocíbar, Alli, Areso, Intza e Olagüe).              
  • Percorso 4. Maghi ad Estella-Lizarra: Zona di Estella-Lizarra (Bargota e Viana).





... [+ info]

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.