Itinerari

* 2.Roncal e Salazar

Valle de Belagua

All'estremità nord-orientale della Navarra, vi sono le due valli più note dei Pirenei. La valle di Roncal, erta e accidentata, fa pensare al tenore Gayarre, alle zattere dette almadías, alla transumanza e al formaggio DOC Roncal. Qui si possono visitare alcuni paesini dalle tipiche vie lastricate, la spettacolare valle di Belagua e il massiccio carsico di Larra. Parallela a Roncal, si sviluppa la valle di Salazar. È d'obbligo una sosta nella località più importante, Ochagavía, da cui si raggiunge un'altra meta turistica della Navarra, la foresta di Irati. Vale comunque la pena di scoprire anche altri paesi della valle, come Ezcároz che ne è il capoluogo.

Durata prevista del percorso: 1 giorno, escludendo le alternative contrassegnate con un asterisco (*)

Sapevi che...?

La Mesa de los Tres Reyes, con 2.428 metri di quota, è la vetta più alta della Navarra, mentre il Tributo delle tre mucche, risalente al 1375, è la tradizione più antica d'Europa.

Valle de Belagua

Valle de Belagua

Valle de Belagua

Valle de Belagua

Mausoleo de Julián Gayarre

Mausoleo de Julián Gayarre

Isaba

Isaba

Museo de Julián Gayarre

Museo de Julián Gayarre

Almadieros

Almadieros

Ochagavía

Ochagavía

Queso de D.O Roncal

Queso de D.O Roncal

* 2.Roncal e Salazar

MATTINA

Valle di Roncal

Nel cuore dei Pirenei, confinando a nord con Francia e ad est con la provincia aragonese di Huesca, Roncal è una valle dalle tradizioni fortemente radicate, come il Tributo delle tre mucche o il Giorno della almadía, con paesaggi spettacolari come la valle di Belagoa o quello carsico di Larra, costellati da casolari ben curati e dove la cucina è molto saporita. In questa valle si trova anche una delle stazioni di montagna di sci da fondo. Da sud a nord, non perdetevi:

 

Burgui

si può percorrere per 4 km il Sentiero dei Mestieri, così denominato per gli elementi etnografici che si incontrano cammin facendo: un ponte medievale, una "almadía", un forno di pane, una carbonaia, una ghiacciaia, una calcara e un'antica segheria.

 

Roncal

vi nacque il tenore Julián Gayarre e si trovano la casa-museo e il mausoleo - una delle opere migliori dello scultore Mariano Benlliure. Qui è stato allestito anche il centro di interpretazione della natura della valle. (+info)

Isaba

circondata dalle montagne, vale la pena di passeggiare per le vie lastricate e osservare le case signorili in pietra e legno che le fiancheggiano, con tetti spioventi a due o quattro falde. La fotografia migliore si può fare dal belvedere del castello, cioè il punto più alto del paese, mentre nella Casa della Memoria è possibile conoscere la storia e l'identità della valle.  (+info)

 

Verso il confine con la Francia si può fare una puntata per vedere il dolmen di Arrako.



Uztárroz

il Museo del formaggio e della transumanza svela tutti i segreti di questi due mondi profondamente legati alla valle.

 

Valle di Belagua e formazioni carsiche di Larra

Nella valle di Belagua il paesaggio è incantevole e ha un grande valore ambientale: vi sono alte montagne, cascate, doline, boschi e qualche capanna per il bestiame un tempo usata dai pastori di Roncal. Nei pressi si trova anche la riserva naturale di Larra, uno dei paesaggi carsici più sorprendenti d'Europa, in cui i pini crescono nelle fenditure delle rocce. Per conoscerla basta percorrerne i sentieri. (+ info)

A sud di questi due siti, si trova la valle di Belabarce con una bella cascata raggiungibile anche da un sentiero locale.

Due vette mitiche sono la Mesa de los Tres Reyes e il picco di Ori. Dall'imponente Mesa de los Tres Reyes, di 2.428 metri di altitudine, si scorgono le catene prepirenaiche e le valli francesi. L'altra montagna è il "Duemila" più occidentale dei Pirenei e offre vedute eccezionali sulla foresta di Irati e anche sul Moncayo e sull'Atlantico. Dal belvedere di Pikatua, che si trova in una deviazione a destra della strada che collega Roncal e Salazar, si gode di una vista suggestiva sulla foresta di Irati e sul picco di Ori. (+info)

POMERIGGIO

Valle di Salazar

Ad est di Roncal, questa valle offre un panorama di paesini dalla tipica architettura locale e una gran varietà di paesaggi: boschi come la foresta di Irati e vasti pascoli a nord e gole impressionanti come quelle di Lumbier o Arbaiun, a sud. Ecco alcune proposte per una sosta:

Ochagavía

una delle località più incantevoli e pittoresche dei Pirenei della Navarra. Il ponte medievale, le strette vie lastricate, le grandi case ben curate su entrambe le rive del fiume e l'imponente chiesa-fortezza formano un insieme incantevole. Presso il centro di interpretazione della natura è possibile conoscere meglio l'ecosistema e la vita della valle. (+info)

 

A 4 km dal paese e a più di 1.000 m di altitudine, circondata da un paesaggio esuberante, si erge la chiesetta romanica di Nuestra Señora de Muskilda, mentre a 14 km, sulla strada di Larrau, si trovano le piste di sci da fondo di Abodi. (+info)

 

Ezcároz

Vale la pena di visitare il capoluogo della valle. Circondata da pascoli e solcata dal fiume Salazar, ricco di trote, conserva il fascino dei paesini di alta montagna, con le case tipiche a 2 o 3 piani, costruite in pietra e legno, tetti di tegole piatte rosse e comignoli fumanti d'inverno. (+info)



GASTRONOMIA

Il formaggio a denominazione d'origine Roncal, le tradizionali e sostanziose “migas” del pastore (piatto a base di pane raffermo e strutto), la trota fritta al prosciutto, la cacciagione, l'agnello da latte e i funghi primaverili (come i prugnoli o funghi di San Giorgio) o quelli autunnali sono alcune delle proposte più saporite. Per completare il menù valligiano non mancano poi ottimi insaccati come la "chistorra" e la salciccia o prodotti ecologici locali come le patate, l'agnello e il cavallino. Per finire, il digestivo migliore è un bicchierino di "pacharán", il liquore a base di anice in cui si fanno macerare le prugne selvatiche.

ACQUISTI

Il trekking e il BTT sono sport diffusi nella zona. Inoltre, nella valle di Belagua si può scegliere di fare sci da fondo e traversate con le racchette da neve, e nella valle di Salazar non mancano visite guidate tematiche e itinerari nella foresta di Irati in segway e fuoristrada.