Cosa vuoi?

Un' atmosfera unica

Dal 6 luglio alle 12 in punto, quando si lancia il “Chupinazo”, cioè il razzo con il quale si dà il via alle feste in onore di San Firmino, fino al 14 luglio con l'atto conclusivo del “Pobre di mí” (letteralmente, “Povero me!”), l'entusiasmo e l'emozione regnano in città.

La gente del posto e i visitatori provenienti da tutto il mondo e accolti con affetto, vivono intensamente 9 giorni e 9 notti sempre accompagnati dalla musica che esce a fiotti dai locali, pubblici e privati, e si diffonde dai concerti all’aperto.

Quest’atmosfera speciale si vive anche nelle corride dei tori, diverse da quelle di qualsiasi altro luogo. Qui le protagoniste sono anche le cosiddette peñas sanfermineras cioè gruppi di amici organizzati come un circolo che dalle gradinate al sole animano lo “spettacolo” con balli e canzoni.

Di giorno le vie si riempiono per le manifestazioni tradizionali, musicali, gastronomiche, artistiche e di danza, anche improvvisate. Di sera i fuochi d'artificio precedono la rumorosa animazione notturna, la cui intensità viene meno man mano che si avvicina l'alba, quando ci si prepara per assistere da spettatori o partecipare da corridori alla corsa dei tori che si svolge ogni mattina alle 8:00.

Come in qualunque festa affollata è opportuno essere cauti, ma qui prevalgono sempre l'ospitalità, l'allegria, la convivenza amichevole e l'animazione. 204 ore di festa in cui l'abbigliamento bianco e rosso rende un po' tutti uguali, per mangiare, ballare e scambiare un sorriso. Non importa l'età, la lingua o la nazionalità: la parola d'ordine è sempre la stessa - divertirsi!

Se questo è ciò che cercate, non potete di certo mancare.