Cosa vuoi?

Il Cammino di Santiago in città

Il Cammino di Santiago francese attraversa Pamplona da nordest a sudovest: si può quindi seguire questo percorso tematico per scoprire la città e vestire i panni dei pellegrini anche solo per breve tempo.
Scarica la mappa della città con il tracciato del percorso in blu.

Il Cammino entra in città attraversando il fiume Arga dal ponte medievale della Magdalena. Percorre una parte delle mura per salire fino al centro storico di Pamplona attraversando il ponte levatoio della Porta di Francia. Raggiunge la piazza della Navarrería, nei pressi della cattedrale, per proseguire dalla via Mercaderes, lasciando a sinistra la via Estafeta, nota per le famosissime corse dei tori nelle feste in onore di San Firmino. Continua lungo la via Mercaderes fino a raggiungere la piazza in cui sorge il Palazzo del Comune, dal quale ogni 6 di luglio viene lanciato il razzo che dà il via alle feste più note. 

Lasciando la chiesa medievale di San Saturnino a sinistra, il Cammino passa davanti al palazzo del Condestable e percorre tutta la via Mayor fino alla chiesa di San Lorenzo che ospita l'immagine del patrono San Firmino.  Costeggia poi il romantico parco della Taconera alla volta della Vuelta del Castillo, il parco che si snoda intorno alla cinta difensiva della Ciudadela. Dopo aver superato questa zona verde, passa da via Fuente del Hierro, scende fino all'Università della Navarra e quindi abbandona la città.

Dopo un percorso di 2 km raggiunge la località di Cizur Menor. 

I punti cruciali del percorso sono i seguenti:

1. Le mura: uno dei complessi difensivi più interessanti e meglio conservati della Spagna, dichiarato monumento nazionale.
2. La cattedrale:  costruita tra il XII e il XV secolo, dietro la facciata neoclassica, si cela uno dei chiostri gotici più belli d'Europa. Nei pressi della chiesa, non bisogna perdersi un angolino particolare: il cosiddetto "rincón del Caballo Blanco".
3. Palazzo del Comune: presenta una facciata singolare in cui il barocco è abbinato al neoclassico.
4. Chiesa di San Saturnino o San Cernin: una delle due chiese-fortezza medievali conservate a Pamplona. L'altra è quella di San Nicolás.
5. Palazzo del Condestable: è l'unico esempio di architettura civile cinquecentesca di Pamplona. Vale davvero la pena di visitarne l'interno.
6. Chiesa di San Lorenzo: qui si trova la cappella dedicata a San Firmino, patrono della Navarra insieme a San Francesco Saverio.
7. Giardini della Taconera: parco in stile francese nei cui fossati vivono cervi e pavoni. È il più antico e rappresentativo della città.
8. Ciudadela: polmone verde della città in cui si allestiscono manifestazioni sportive, culturali e del tempo libero; in questa cittadella le grandi aree a prato si alternano a baluardi, rivellini e fortificazioni.