Cosa vuoi?

Cammino francese. Ttapa 3: Da Zubiri a Pamplona (20 km.)

Senza entrare nell'abitato di Zubiri, l'itinerario parte dal ponte medievale lungo una pista di cemento verso il cimitero. Qui s'imbocca una stradina in discesa tra le siepi che supera la roggia di Ibesiko Erreka e risale lungo una china lastricata e poi un sentiero. Quando si arriva alla roggia di Idoietako Erreka occorre superare un dosso artificiale con camminamento giapponese e parapetto. 200 m. più avanti sbocca nella strada di Osteriz che si segue per 500 m. S'imbocca quindi una stradina che attraversa l'area industriale di Magna, che sale dolcemente fino ad una pista che si percorre fino a ritrovare il sentiero, ora lastricato, dal quale si sale per raggiungere il paesino di Ilarratz.

Da qui si prosegue lungo la strada asfaltata fino ad Ezkirotz, passando dalla chiesetta di Santa Lucía con il piccolo cimitero annesso. Ad Ezkirotz, accanto a una fontana, un sentiero che procede tra grandi querce conduce ad alcuni capannoni per l'allevamento del bestiame, dove il sentiero diventa una pista. Dopo un breve tratto, si attraversa la strada di Setoáin per imboccare un sentiero che si snoda tra grandi prati e poi tra siepi, che conduce al ponte medievale di Larrasoaña.

Da qui, sempre sulla sponda sinistra del fiume Arga, una stradina in salita arriva ad Akerreta. Nel paese s’imbocca un sentiero fiancheggiato da siepi, seguendo il quale si attraversa un'altra strada di accesso alla località. Ci si addentra quindi in una pineta di larici, per poi discendere per un tratto di strada lastricata fino alla sponda del fiume Arga. Il sentiero, stretto ma agevole, conduce alla località di Zuriain, che si raggiunge dopo aver attraversato il ponte sul fiume.

Si attraversa il paese fino a sboccare sulla strada statale e, camminando lungo il ciglio facendo molta attenzione, si giunge all'incrocio di Ilurdotz, per imboccare la relativa deviazione. Appena superato il ponte sul fiume Arga, una pista tra villette conduce alle rovine di una vecchia cava. Da qui, un sentiero a mezzacosta con magnifiche viste sul fiume, porta all'abitato di Irotz. L'itinerario prosegue lungo una pista di cemento che scende fino al fiume e, superato il ponte sul fiume, si arriva ad un'area ricreativa del Parco Fluviale del comprensorio di Pamplona.

Seguendo il sentiero pavimentato del Parco fluviale, si giunge a Zabaldika. L'itinerario attraversa il quartiere basso di Zabaldika e, lungo un sentiero, si sbocca sulla strada. A circa 200 m. è visibile un'altra area ricreativa, alla quale si arriva attraversando la strada. Un sentiero, stretto e segnalato, segue la sponda scoscesa del fiume, protetta da apposite recinzioni, e conduce in poco tempo alla tenuta di Arleta. Percorrendo un tratto in campo aperto si raggiunge una collina in cui vi sono i resti dell'antico villaggio di Santiagozar. Attraversata la circonvallazione di Pamplona detta “Ronda Este” grazie ad un sottopassaggio, si prosegue lungo una pista parallela a questa strada per costeggiare il monte Miravalles. Dal punto più alto, una stradina scende direttamente alla chiesetta di Trinidad de Arre, alla quale si arriva dopo aver attraversato il fiume Ultzama.

Si percorre tutta la calle Mayor (via principale) di Villava, si prosegue per Burlada fino ad attraversare la N-121 e si procede lungo il cosiddetto Cammino di Burlada, con una passeggiata alberata all'inizio e quindi lungo il ciglio di una strada stretta fino a raggiungere il ponte della Magdalena che indica l'arrivo a Pamplona.

Pellegrini in bicicletta

Se si sceglie di percorrere l'itinerario su strada, la N-135 conduce da Saint Jean de Pied de Port a Pamplona. Procedere con molta attenzione, per raggiungere il centro storico di Pamplona e, dopo averlo attraversato in direzione di Cizur Menor, imboccare la N-111 che conduce a Viana.

etapa 3

Da fare e da vedere alla finde della tappa

  • Visita guidata al centro storico di Pamplona
  • Messa nella cattedrale (giorni festivi alle h. 9:30; sabato alle 9:30 e alle 20:00; vigilia dei giorni festivi alle h. 20:00; domenica e festivi alle h. 10:00 e alle 12:00)
  • Pinchos nel centro storico
  • Un drink nei dehors della plaza del Castillo
  • Relax nelle zone verdi: parco della Taconera o La Ciudadela
  • Assistere a una partita di pelota professionale
  • Aquavox, centro termale e ludico di Pamplona
  • Teatro, cinema o altri spettacoli

Per richiedere informazioni

  • Per richiedere informazioni: Ufficio turistico di Pamplona
  • Per timbrare la credenziale: Ostelli di pellegrini/ Ufficio turistico / chiese/ musei, strutture alberghiere

<< Indietro