Cosa vuoi?

French route Stage 7: From Los Arcos to Viana (21 km.)

Si attraversano la strada di Mués e il fiume Odrón dal Ponte dei pellegrini in direzione al cimitero de Los Arcos, all'ombra di un filare di platani. Dopo le ultime case, la via (che reca la denominazione inequivocabile di Ruta Jacobea, cioè, Cammino di Santiago) diventa una pista che procede pianeggiante, parallela alla strada di Viana. Accanto ad un piccolo capanno a cupola, usato per riporre gli attrezzi agricoli, vicino ad un oliveto, si gira a destra per imboccare un sentiero ampio, anche se con la massicciata in peggiore stato. Proseguendo si raggiunge un corso d'acqua costeggiato dai pioppi che si attraversa dal ponte del Vado. Dopo il ponte, la pista conduce alla strada comunale Sansol-Desojo, che si segue in direzione alla prima località.

Si attraversa Sansol seguendo la strada, si arriva alla N-111 e s’imbocca il cosiddetto Cammino del Cerrillo, un sentiero che supera la strada comunale a Lazagurria da un sottopassaggio e sbocca al ponte sul fiume Linares. Si attraversa Torres del Río passando accanto alla bella chiesa ottagonale del Santo Sepulcro, e ci si dirige al cimitero. Lungo una pista in buono stato, e in mezzo ad un rilievo sinuoso tra dirupi, colline e coltivazioni mediterranee, ci si avvicina alla strada statale lungo un sentiero in discreto stato di conservazione, a volte sassoso. Dopo due avvicinamenti alla strada, infine la si attraversa, e addentrandosi in una pineta di rimboschimento si arriva alla chiesetta del Poyo.

Da qui il sentiero discende verso la strada statale fino ad attraversarne la carreggiata per poi risalire lungo una pista sterrata che, dopo aver superato le rovine del recinto detto "Corral de la Balsa", conduce alla strada di Bargota. Attraversata la strada, si scende verso la piccola valle di Cornava, seguendo il corso d'acqua che si attraversa più avanti. Superato un recinto, detto "la Paridera di Cornava", si attraversa di nuovo la strada statale tagliando una curva. Da qui, il percorso è pianeggiante e si prosegue seguendo la strada lungo il ciglio o per tratti di sentiero che consentono di evitarla.
Si lascia poi la strada per un sentiero, quando si scorge Viana. Si prosegue lungo una pista, si attraversa la strada e si entra in questa città attraversandola da est a ovest.

Se il pellegrino desidera proseguire fino a Logroño, può continuare per altri 10 chilometri e giungere al capoluogo de La Rioja.

Da fare e da vedere alla fine della tappa

  • Chiesa di Santa María de Viana e tomba di Cesare Borgia
  • Visite teatralizzate d'estate
  • Percorso nel centro urbano cinto dalle mura. Possibilità di visita guidata su prenotazione (948446302)
  • Benedizione dei pellegrini presso la chiesa di Santa María (inverno: da lunedì a venerdì alle h. 19:00. Sabato alle 20:00. Domenica alle 11:00 e 12:30; estate: da lunedì a sabato alle h. 20:00. Domenica e giorni festivi alle h. 11:00 e 12:30).
  • Vedute panoramiche dalle rovine di San Pedro
  • Piscine e centro SPA di Viana (948646152)(Consultare offerte speciali per pellegrini)
  • Visite al frantoio dell'Hacienda Ortigosa, situato all'ingresso di Viana (948646550)
  • Visita o degustazione nelle cantine di Viana:
    • Ondarre/Rioja Vega in entrambe le quali è indispensabile prenotare. Accessibili a piedi o in taxi (663921888). Si applicano le tariffe ufficiali.

Per richiedere informazioni

  • Per richiedere informazioni: Ufficio turistico di Viana
  • Negozio di alimentari (El rincón de los placeres) a Sansol (616 52 04 88)
  • Negozio di alimentari a Torres del río, ristorante e bar.
  • Per timbrare la credenziale: Ostello per pellegrini/ Ufficio turistico / chiesa di Santa María

<< Indietro