Cosa vuoi?

Cammino francese. Ttapa 5: Da Puente la Reina a Estella (21 km.)

Si percorre Puente la Reina seguendo la via di Santiago, quindi si supera l'impressionante ponte altomedievale sul fiume Arga e si attraversa la strada sulle strisce pedonali.

Percorrendo una strada abbandonata, si raggiunge il vicino borgo di Zubiurrutia dove c'è una piccola area di sosta per i pellegrini. Da qui s’imbocca una pista che passa sotto il viadotto della superstrada e che conduce al fiume con un percorso pianeggiante. Dopo essersi lasciati alle spalle il depuratore di Puente la Reina, s’imbocca un sentiero in salita che si snoda tra la macchia mediterranea e i pini con i quali è stata rimboschita l'area, e si passa  vicino al villaggio disabitato di Bargota.

Si aggira un'area di sosta e si giunge nei pressi della superstrada, che si evita risalendo una pista sterrata scoscesa all'inizio e di zavorre artificiali nella seconda metà. In alto si scorge la località di Mañeru, che si raggiunge in breve seguendo una pista agricola.

Attraversato il paese, s’imbocca una stradina in direzione al cimitero, seguendo il cosiddetto Cammino vecchio di Estella. Dal camposanto, lungo la pista, si prosegue tra campi di cereali, coltivazioni di asparagi, vigneti, olivi e pini, da cui si scorge continuamente Cirauqui che sorge sulla cima di un monticello. A tratti, l'itinerario lascia la pista per seguire sentieri diversi. Una volta in paese, si percorre il bellissimo centro storico medievale.

Si esce da Cirauqui percorrendo la nota strada romana, lastricata e fiancheggiata da file di cipressi. Si attraversa il ponte romano e si supera la superstrada passando sul cavalcavia. Prima lungo una pista e poi lungo un sentiero, l'itinerario segue la strada romana, che in alcuni tratti conserva ancora il lastrico. Si attraversa un ponte restaurato (Dorrondoa), e più avanti, si passa accanto al villaggio abbandonato di Urbe.Nella parte finale di questo tratto si supera di nuovo la superstrada per sboccare sulla strada di Alloz.

Si prosegue lungo un sentiero parallelo alla strada di Alloz sul lato sinistro, e passa prima sotto la superstrada e poi sotto un acquedotto.
Nei pressi di un mulino si attraversa il ponte, detto del Cammino Reale, sul canale e poi sul fiume Salado. S’imbocca quindi un sentiero per attraversare la superstrada dal sottopassaggio. Dopo alcuni metri su una strada asfaltata in disuso, si prosegue lungo un facile sentiero che s'imbocca a sinistra e che conduce direttamente a Lorca. Si attraversa la località da un capo all'altro e si esce dal paese dalla strada comunale. Quando la strada finisce, s’imbocca un sentiero che fiancheggia un piccolo querceto con magnifici esemplari. Si prosegue in campo aperto e poco dopo s’incontra il tratturo detto Cañada Real da Tauste alla Sierra di Andía, che consente di allontanarsi dal traffico.

L'itinerario prosegue a tratti lungo una pista e per un sentiero, snodandosi in una zona coltivata collinosa. Si attraversa la superstrada da un sottopassaggio per arrivare a Villatuerta, verso Estella (si può evitare di passare da questa città imboccando a questo punto la tangenziale di Montejurra, nota come “Cammino di Zaraputz", e proseguendo per piste e sentieri fino a Luquin, quindi un po' più avanti si riprende la prima diramazione che arriva a Los Arcos).

Dalla chiesa di Villatuerta si prosegue tra case isolate in direzione alla chiesetta di San Miguel, si attraversa la strada di Nobeleta da un sottopassaggio e s’imbocca un sentiero che digrada verso il fiume Ega. Si attraversa una passerella e si prosegue lungo una pista in direzione ad Estella, località ricca di monumenti, il primo dei quali è la Chiesa del Santo Sepulcro.

Da fare e da vedere alla fine della tappa

  • Visita guidata a Estella-Lizarra
  • Riposo nel parco Los Llanos o nel pianoro accanto al Santo Sepolcro
  • Cinema Golem
  • Un gelato o una bibita nei dehors della piazza Fueros
  • Benedizione dei pellegrini nella chiesa di San Miguel (messe: da lunedì a sabato alle h. 19:00. Domenica e giorni festivi alle h. 8:30 e 11:30) e nella chiesa di San Pedro de la Rúa (messe: da lunedì a sabato alle h. 19:00. Domenica e giorni festivi alle h. 9:00 e 12:30).
  • Monastero di Iratxe e Fonte del vino (a 3 km.) (autobus urbano “Tierra Estella Bus” linea 2 o taxi - 948550001). Anno successivo si può fare una sosta presso il monastero o abbreviare il percorso senza passarci.
  • D’estate fare il bagno nelle piscine dell’Obeki o nelle piscine comunali Agua Salda. Inverno sono disponibili le piscine del centro sportivo comunale di Tierra Estella.

Per richiedere informazioni

  • Per richiedere informazioni: Ufficio turistico di Estella
  • Per timbrare la credenziale: Ostelli dei pellegrini/ Ufficio turistico/ chiesa di San Juan e chiesa di San Miguel

<< Indietro